Quando Jocelyn Rojas, una bambina di 5 anni, fu rapita da un pedofilo mentre giocava nel giardino della nonna negli Stati Uniti, la notizia si diffuse in men che non si dica per tutto il paese.

L’uomo l’avvicinò promettendole un gelato e la convinse a seguirlo entrando nella sua auto. Appena appresa la notizia, Temar e Chris, due ragazzi appena adolescenti, decisero di organizzare una squadra per avviare la ricerca della bambina scomparsa e catturare il colpevole. Dividendosi avrebbero avuto modo di controllare più zone e così assieme ai loro amici hanno iniziato a perlustrare tutte le zone del quartiere.

Proprio loro due si sono accorti che l’atteggiamento del guidatore di un’automobile era molto strano. L’uomo aveva l’aria di essere molto nervoso e appena si accorgeva della presenza di forze dell’ordine cambiava strada e rotta. Così hanno deciso di seguirlo e questo si è ripetuto più e più volte. Il comportamento era talmente insolito che i ragazzi hanno voluto raggiungerlo. Guardandolo negli occhi non avevano più dubbi: il rapitore pedofilo era proprio lui. Così hanno preso tutto il coraggio che avevano e gli hanno gridato:“ti abbiamo visto”.

Il criminale intimorito ha tolto le sicure e ha lasciato andare la bambina intimandole di “sparire” ed è fuggito. 

Jocelyn con lo sguardo impaurito e le lacrime agli occhi ha guardato i suoi eroi riuscendo a pronunciare solamente queste parole:“voglio la mamma”.

Gli eroi esistono e non devono per forza indossare una tutina attillata, loro ne sono la chiara dimostrazione!

Grazie alla segnalazione dei due ragazzi l’uomo è stato arrestato il giorno dopo e la bambina ora vive serena con la sua mamma, ma non dimenticherà mai il gesto eroico di Temar e Chris, assieme ai loro amici, che l’ha salvata da chissà quale destino.