Mag 30, 2019
173 Visualizzazioni
Commenti disabilitati su Alimentazione coniglio nano: consigli

Alimentazione coniglio nano: consigli

Scritto da

I conigli nani (anche detti conigli toy) sono animali domestici che si stanno diffondendo molto anche in Italia. Si tratta di una peculiare razza di coniglio che è facile gestire in un appartamento per via delle sue dimensioni ridotte. Un coniglio nano non è difficile da curare: basta sapere di cosa ha bisogno e soprattutto qual è l’alimentazione del coniglio nano. I consigli migliori li puoi trovare continuando a leggere questo articolo.

Razze di conigli toy

alimentazione coniglio nano

Per prima cosa è bene che tu sappia che ci sono diverse razze di coniglio nano, ognuna delle quali ha un costo diverso. La varietà di coniglio toy più comune e anche più economica è quella del coniglio nano colorato, che di solito non pesa oltre 1,2 kg. Come dice il suo stesso nome, la sua peculiarità è che lo puoi scegliere della tinta che preferisci.

Il coniglio nano olandese si distingue per la presenza di una striscia bianca sulla pelliccia. Il coniglio nano detto “testa di leone” si chiama così perché ha dei ciuffi intorno al muso che sembrano formare una sorta di criniera. Di solito pesa un po’ di più delle altre due razze elencate (1,8 kg) ma è comunque di dimensioni molto ridotte.

C’è poi il coniglio nano ariete che ha un’aria molto curiosa perché le sue orecchie sono flosce e piegate in avanti. Pesa fino a 2 kg e può avere il pelo lungo. Estremamente elegante è il coniglio nano polacco, con il manto bianco e gli occhi blu o rossi. Scopriamo adesso cosa mangiano i conigli nani e qual è la migliore alimentazione del coniglio nano.

Conigli nani: alimentazione e cura

alimentazione coniglio nano

La prima cosa che devi sapere dei conigli nani è che non sono dei roditori: infatti hanno quattro incisivi e non solo due. Ciò vuol dire che non puoi adottare per loro la stessa alimentazione che si usa per le cavie o i criceti. No ai cereali, in quanto per il coniglio nano l’alimentazione deve essere erbivora e non granivora.

Detto questo, l’alimentazione del coniglio nano testa di leone e l’alimentazione del coniglio nano ariete non differiscono in nulla. Le razze, infatti, presentano differenze solo a livello estetico, ma non rispetto alle cure necessarie. Tutti i conigli toy devono poter avere sempre a disposizione del cibo fresco e croccante, che consenta loro di mantenere in buona salute la dentatura.

Via libera quindi a insalata (specie le coste), sedano, carote, finocchio e mele. Il veterinario ti consiglierà il cibo secco migliore per accompagnare quello fresco. In commercio ci sono molti ottimi prodotti. Ciò che però non deve mai mancare è il fieno per conigli. Gliene devi lasciare a disposizione un po’ ogni giorno, insieme a tanta acqua fresca.

L’alimentazione del coniglio nano cucciolo non differisce di molto da quella di un esemplare adulto. Per i piccoli prediligi il fieno di alfalfa, che ha molto calcio di cui loro hanno grande bisogno. Qualora non siano stati allattati a sufficienza puoi somministrare del latte di capra: mai latte vaccino!

Oltre a curare l’alimentazione del coniglio nano, gli devi preparare uno spazio adeguato in cui vivere. Compra una gabbia abbastanza ampia, con un fondo in plastica e non grigliato. Tienila sempre ben pulita e in una zona riparata, ma non umida. Abbi cura di spazzolare il suo pelo, ma non avrai bisogno di fargli il bagnetto perché provvede da solo alla sua igiene personale.

Decidere di adottare un coniglio nano è una scelta anche di vanità. Ci sono esemplari, come il coniglio nano ariete blu, di grande bellezza. Ma non dimenticare mai che ti prendi la responsabilità di avere cura di un essere vivente. Tratta bene il tuo animaletto e ti ripagherà con tanto affetto!

Article Categories:
Animali

Comments are closed.