Certo, cani e gatti sono diversi e così anche i sintomi che manifestano quando stanno male, ma è il caso di chiamare il veterinario quando noti qualcosa che non ti convince come ad esempio quanto segue.

Gli animali infatti, visto che non possono parlare, fanno capire che stanno male con sintomi fisici e un comportamento diverso . Qualunque cambiamento nel comportamento merita l’attenzione del veterinario. In particolare, bisogna stare molto attenti ai gatti perché tendono a mostrare meno quando stanno male per via del loro carattere indipendente. Ecco quali sono i campanelli d’allarme.

Ha diarrea o vomita

Se succede solo una volta, lascialo a digiuno per 24 ore, poi dagli qualcosa di semplice , come carne bollita con riso in bianco. Se persiste, l’episodio è molto violento o noti dolore o gonfiore addominale, portalo subito dal veterinario.

Si gratta, lecca o mastica

Controlla che non abbia parassiti . Per pulci e zecche vanno bene rimedi naturali o farmaci da banco. Se succede all’improvviso o è molto grave, oppure perde peli e la pelle è spaccata, è il caso di andare dal veterinario.

Ha il respiro affannoso, tossisce, ansima o starnutisce

Loading...

Se la tosse o il respiro è moderato, magari è semplicemente stanco o accaldato . Se invece è grave o continua, merita il parere di un esperto.

Non mangia o è meno attivo

Se i sintomi persistono, il veterinario è in grado di capire che sta succedendo. Cani e gatti smettono di mangiare per vari motivi, come febbre, dolore o stress . Se però il problema dura per più di un giorno, allora è meglio fare un controllo. Con i gatti devi stare ancora più attento perché se rimangono senza mangiare per qualche giorno possono sviluppare la steatosi epatica , soprattutto se sono sovrappeso e va trattata subito.

Prova dolore, è rigido o ha difficoltà a muoversi

Controlla le zampe e i cuscinetti in cerca di tagli, lividi o qualcos’altro se zoppica . Se non c’è niente e si comporta in modo normale ed è calmo, tienilo sotto controllo per 24 ore per vedere se migliora. Se invece non mantiene bene l’equilibrio, barcolla, cade o collassa, portalo subito dal medico. I cani a una certa età possono soffrire di artrite, quindi se si stanca con facilità quando camminate, non vuole fare le scale, ha spesso voglia di riposare e così via, ha bisogno di un controllo.

Ha problemi intestinali o urinari

Se si sforza quando fa le feci, potrebbe essere costipato e avere un blocco. Consulta il veterinario in giornata. Se vomita e ha pure problemi intestinali c’è da preoccuparsi. Per quanto riguarda i disturbi urinari , nei gatti sono molto comuni e possono diventare gravi. Se usa spesso la lettiera, si lamenta quando è lì o ci arriva nemmeno e la fa in giro per casa, è il caso di contattare il veterinario. Se poi noti tracce di sangue, portalo subito.

Ha problemi a occhi e orecchie

Vai dal veterinario se sanguinano o ha perdite chiare o gialle, non vede bene, ha gli occhi secchi o iniettati di sangue, vedi grumi o bozzi.

Ha un cattivo odore

L’alito cattivo non è solo fastidioso, può nascondere un problema di salute . Puoi lavargli i denti o comprare dei giochini appositi con una parte abrasiva che aiutano a rimuovere la placca oppure fargli mangiare carote e cibo secco. Per quanto riguarda gli altri odori invece, possono essere sintomo di condizioni più gravi. Le infezioni alle orecchie fanno puzzare molto la pelliccia ma anche ascessi o ulcere della pelle possono provocare cattivi odori. Se l’odore è dolce o sa di frutta può trattarsi di diabete. Vai dal veterinario per capire cos’ha.