Oggi, 20 Marzo, giornata mondiale della felicità.

Imprescindibile diritto e dovere, riconosciuto dall’Onu, a trovare gioia in ogni modo e situazione, ma sempre nel rispetto del prossimo.

Cosa è la felicità?  Magari la possibilità di comprare beni, come ci suggeriscono continuamente gli spot televisivi? Avere fama e successo? Oppure avere soldi e potere? Vincere alla lotteria?

Niente di tutto ciò, il denaro, al contrario di quanto pensiamo, non è garanzia di felicità.

Credo che si tratti di un concetto molto personale e soggettivo.

La felicità è aiutare il prossimo. Quando con le nostre azioni contribuiamo al bene comune, noi stessi ci arricchiamo”, questo è il pensiero di Ban Ki-moon, segretario generale dell’Onu.

E’ in corso in tutto il mondo un cambiamento profondo di mentalità. Infatti le persone riconoscono che il progresso non dovrebbe portare solo crescita economica ma anche benessere, quindi felicità.

L’associazione internazionale paladina della felicità  “Action for happiness” patrocinata dal Dalai Lama afferma: "la felicità è un’ insieme di 10 parametri che devono necessariamente coesistere". (great dream)

Dare, stare in contatto con altre persone, prendersi cura di sé, rendersi conto di ciò che ci circonda, imparare cose nuove, avere degli obiettivi, la capacità di andare oltre nelle cose, avere un approccio positivo, stare bene con sé stessi e, infine, essere parte di qualcosa di grande. 

Pepe Mujica, ex. capo di stato uruguayano, noto anche per aver sostituito il concetto di austerità con quello di sobrietà, sostiene: “Lo sviluppo dovrebbe essere a favore della felicità umana, dell’amore sulla terra, delle relazioni umane e del non privarsi dell’indispensabile...Perché non veniamo alla luce per svilupparci solamente così in generale. Veniamo alla luce per essere felici. Perché la vita è corta e se ne va via rapidamente. Nessun bene vale come la vita...”. 

Personalmente credo che la felicità sia un diritto inalienabile, che dovrebbe essere riconosciuto ad ogni individuo, in tutto il mondo. Un sorriso può aiutare ad affrontare le turbolenze dell’esistenza.

Vorrei chiudere citando una frase del celebre film Alla Ricerca della Felicità: "Perché se sei felice tu, io sono felice ed è questo quello che conta!"