La pizza, come tutti sappiamo, è un prodotto gastronomico salato tipico della cucina napoletana ed ha origini antiche ed incerte. La I testimonianza scritta della parola "pizza" risale al latino volgare della città di Gaeta del 997, ad essa segue un documento di locazione del 1201 presente presso la biblioteca Sulmona-Valva in cui compare per ben due volte la parola"pizzas". Si ha poi testimonianza delle prime focacce schiacciate e  lievitate già ai tempi dei Greci, Egizi e Romani. 

Quando parliamo di pizza ci riferiamo in genere alla tipica pizza tonda condita con pomodoro e basilico ossia la pizza margherita. Ma avete mai sentito parlare della sua origine? Una storia leggendaria narra che nell'anno 1889 il re Umberto I con la regina Margherita trascorse l'estate a Napoli dimorando nella Reggia di Capodimonte. Un giorno fu chiamato a corte un rinomato pizzaiolo di quei tempi, il Signor Raffaele Esposito (dalla pizzeria Brandi), che utilizzando i forni della cucina reale insieme a sua moglie preparò per l'occasione tre pizze: la marinara (aglio, olio, origano e pomodoro), la mastunicola (strutto, formaggio e basilico) e l'attuale "margherita" (pomodoro, mozzarella e basilico). Quest'ultima che ricalcava volontariamente i colori della bandiera italiana attirò notevolmente il consenso della regina che l'apprezzò al punto tale da voler elogiare personalmente il pizzaiolo. Questi avendo gradito tale gesto da parte della regina, decise di chiamare quella sua invenzione culinaria con il nome "margherita" proprio in onore della stessa regina. Inizia da quel momento l'era della pizza moderna, la pizza esce dai confini meridionali d'italia per sbarcare al Nord dove inizia un proliferare di pizzerie fino a oltrepassare i confini ed arrivare anche in America grazie agli italiani emigrati a New York. La città di Napoli ha svolto un ruolo molto importante nella storia della pizza creando ed esportando questa specialità, per questo si usa ancora oggi l'esppressione "pizza napoletana" riferendoci come sinonimo di  pizza tonda anche se la pizza si presenta in tante varianti cambiando nome e caratteristiche a seconda delle tradizioni locali.