Esiste per tutti quel momento della vita in cui gli amici tendono a calare . Vuoi per lavoro, vuoi per i vari impegni che ci impediscono di dedicare loro il giusto tempo. E se non è prioritario nutrire le amicizie datate, lo è ancor meno stringerne di nuove. Ciò che stupisce è l'età nella quale, secondo la ricerca, tutto ciò avviene: 25 anni . Una fase della nostra esistenza che invece viene vista come la più prolifica sotto questo aspetto, affollata da amici più o meno stretti e tante conoscenze.

Secondo la ricerca portata avanti dalla Aalto University School of Science e dal dipartimento di Experimental Psychology della Oxford University sia uomini che donne raggiungono il massimo numero di persone amiche intorno all'età di 25 anni, dopodiché interviene una grande battuta d'arresto per quanto riguarda i rapporti sociali.

Gli studiosi hanno utilizzato un metodo molto particolare, non basandosi sui social media (che avrebbero distorto la ricerca), ma soffermandosi unicamente sulle chiamate effettuate , per valutare il livello di attaccamento ad uno o più amici. Cosa è emerso? Che dai 25 anni in poi i contatti diminuiscono, anche se sono più i maschi a chiamare rispetto alle femmine. A 39 anni il sorpasso. I maschi chiamano 12 persone al mese, le donne 15. Superati i 45 anni i due sessi si livellano, nonostante rimangano sempre in leggero vantaggio le donne.

Una obiezione si potrebbe però muovere nei confronti dei ricercatori, dato che non tutte le chiamate che effettuiamo sono rivolte ad amici e che appare un po' riduttivo valutare una amicizia in base alle telefonate. I ricercatori sostengono però che i lori risultati siano avvalorati anche dai dati ottenuti da altri studi , che confermano il fatto che, dai 25 anni in poi, vengono date meno attenzioni a tutti coloro che fino a poco tempo prima erano parte di noi stessi .