Un uomo che si apprestava a eseguire dei lavori di ristrutturazione in un hotel trova, per puro caso, un foglietto scritto a mano chissà quanti anni fa. Lo raccoglie e legge delle confessioni raccapriccianti. Vi sveliamo come è andata.

Chissà da quanti anni giaceva lì indisturbato quel foglietto scritto a mano se non fosse stato per un ritrovamento del tutto casuale.

Un uomo che si apprestava a eseguire dei lavori di ristrutturazione in un albergo di Raleigh nella Carolina del Nord, si è imbattuto per caso dietro a un quadro, in questo foglio agghiacciante nel quale sono state scritte delle confessioni macabre su un delitto.

Ma chi le ha scritte? Ed è stato proprio l'assassino a lasciarle lì in quella suite matrimoniale al settimo piano? Qualche testimone dei macabri delitti?

E se invece si trattasse di uno scherzo di pessimo gusto da parte di qualche buontempone? Ancora non si sa, ma secondo quanto riportato dall'emittente Abc11  si tratterebbe di crimini avvenuti tra il 2008 e il 2011.

Quello che scrive il presunto killer è da brividi: "Ho selezionato le mie vittime dal college e da appartamenti adiacenti alla finestra di questa stanza. Le imbavagliavo per non disturbare gli altri ospiti e iniziavo la procedura" facendo riferimento a pratiche e sevizie inenarrabili.


La delirante confessione si conclude con un "Sei tu la persona che mi salverà?" chiaramente indirizzato a chi avrebbe ritrovato quello scritto. Questa traccia che il killer avrebbe lasciato dietro di sé è un desiderio di mettere gli investigatori sulle sue tracce? Un pentimento? O solo uno stupido scherzo? 

Gli inquirenti sono già al lavoro per scoprire la verità a riguardo

Loading...