Sembrerà strano, ma da uno studio condotto dall’University College of London pare proprio che sia così.

Secondo la loro ricerca incrociare le dita non può essere più considerata una semplice forma di superstizione, ma, a quanto pare, ridurrebbe la percezione del dolore. La loro spiegazione sta nel fatto che, nel momento in cui si compie il gesto di incrociare le dita, si crei quella che gli studiosi definiscono “un’illusione termica” causata dal riscaldamento e raffreddamento di parti differenti delle dita. Sarebbe proprio questa illusione a modificare, o meglio ad alleviare, la percezione del dolore.

Questo studio è stato pubblicato su Current Biology, pertanto ci fa pensare che forse qualcosa di vero in fondo ci sia. L’unico modo per esserne sicuri è provare di persona, quindi coraggio incrociamo le dita e speriamo che non faccia male…e che nessuno venga a dirci che siamo troppo superstiziosi!