In occasione della "Festa dei lavoratori", una giornata dedicata al ricordo delle battaglie operaie e di coloro che morirono per conquistare il diritto di un orario di lavoro fissato in otto ore, leggiamo, condividiamo, ricordiamo 10 riflessioni di personaggi celebri o meno che ci sottolineano l'importanza di un lavoro. Per molti questo sarà un giorno di festa, per alcuni un giorno di riposo, per altri ancora un momento di rivendicazione sociale.. Ma ci sono poi tanti altri ancora, troppi forse, che non hanno un lavoro o l'hanno perso e si sentono poco coinvolti nello spirito di questa ricorrenza.. delusi, amareggiati, sconfortati da una società che illude e delude. Da sempre l'uomo si è interrogato sull'importanza del lavoro ecco perché queste riflessioni possono rivelarsi uno stimolo a non perdere mai la fiducia in se stessi. "Non lasciatevi rubare la speranza di un futuro migliore.."

 

 

 

"Per rendere un uomo felice,

riempi le sue mani di lavoro,

il suo cuore di affetto,

la sua mente con uno scopo,

la sua memoria con conoscenze utili,

il suo futuro di speranza, e il suo stomaco di cibo"

(Frederick E.Crane)

 

 

"L’unico modo per fare un buon lavoro è amare quel che fai.

Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare.

Non accontentarti.

Come per tutte le questioni di cuore,

saprai di averlo trovato quando ce l’avrai davanti."

(Steve Jobs)

 

 

"Non c’è lavoro che un uomo possa fare..

che non sia dignitoso,

se lo fa nel modo giusto."

(Bill Cosby)

 

 

"Se si escludono istanti prodigiosi

e singoli che il destino ci può donare,

l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi),

costituisce la migliore approssimazione concreta della felicità sulla terra."

(Primo Levi)

 

 

 

"Il lavoro allontana da noi tre grandi mali: 

la noia, il vizio e il bisogno."

(Voltaire)

 

 

"L’uomo che si vergogna del suo lavoro,

non può avere rispetto di se stesso."

(Bertrand Russell)

 

 

"Scegli il lavoro che ami

e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita."

(Confucio)

 

 

"Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa,

se sappiamo lavorare e amare.

Lavorare per coloro che amiamo

e amare ciò per cui lavoriamo."

(Lev Tolstoj)

 

 

"Rifiutate di accedere a una carriera solo perché

vi assicura una pensione.

La migliore pensione è il possesso di un 

cervello in piena attività

che vi permetta di continuare a pensare

"usque ad finam", fino alla fine."

(Rita Levi Montalcini)

 

 

"Diffida quando il lavoro di un uomo

diventa più importante dei suoi obiettivi,

quando l'uomo

scompare dietro ai suoi doveri."

(John Arington)

 

 

In bocca al lupo a tutti!