Buone notizie per gli appassionati di astronomia: dal 20 gennaio al 20 febbraio sarà possibile ammirare nei nostri cieli l'allineamento di Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno. Ben cinque pianeti, oltre al nostro satellite, si allineeranno e brilleranno nel cielo del primo mattino, regalando, agli occhi dei più attenti, un meraviglioso spettacolo.
L'orario ideale per l'osservazione è 1 ora prima dell'alba: mattinieri, lavoratori volenterosi, questo piccolo omaggio del cielo è per voi.

Sarà possibile ammirare l'allineamento anche senza attrezzature specializzate. Come? Basta saper riconoscere i pianeti!

Venere, fra i corpi celesti osservabili dalla nostra posizione di terrestri, è quello più luminoso subito dopo il Sole e la Luna. Solitamente è la prima "stella" che appare quando il Sole sta per tramontare e l'ultima a sparire quando il Sole sta per sorgere. 

Mercurio, invece, è un po' più complicato da trovare: a causa della sua vicinanza al Sole è possibile osservalo subito dopo il tramonto o poco prima dell'alba, e sempre molto vicino alla linea dell'orizzonte.

Inoltre è possibile riconoscere i pianeti grazie ai colori, solitamente molto più vivaci e brillanti rispetto a quelli delle stelle: Marte rilascia un caratteristico alone rossastro, Giove argenteo e Saturno giallastro. 

Se riuscite a scovare anche solo uno di questi pianeti, ecco un piccolo trucchetto che vi aiuterà a trovare anche gli altri: alzate il braccio in modo che tracci una linea tra il pianeta da voi "scoperto" e la Luna. Gli altri pianeti dovrebbero trovarsi approssimativamente in linea con il braccio.

Un altro consiglio - ahimè, di difficile applicazione al mattino per chi vive in città - è quello di trovare un posto all'aperto lontano dalla città per evitare i disagi dell'inquinamento luminoso, che rende difficoltosa l'osservazione della volta celeste in tutta la sua magnificenza.

 

Una simulazione dell'allineamento che sarà osservabile alle nostre latitudini. Credits: Marco Galliani / Stellarium / INAF