Chi  non ricorda il devastante tsunami avvenuto nell 'Oceano Indiano il 26 dicembre del 2004, classificato come uno più catastrofici disastri naturali dell’era moderna!Ebbene sembra che anche su Marte siano avvenuti degli tsunami miliardi di anni fa.

Secondo alcuni scienziati del Centre for Astrobiology di Madrid, studiando alcune immagini della superficie marziana, hanno notato delle anomalie lungo i confini tra terra e mare.
Ricordiamo che, sempre secondo alcune teorie,  milioni o miliardi di anni fa su Marte l’acqua era presente , anche sotto forma di vasti oceani (un po’ come sulla Terra).Gli scienziati hanno ipotizzato che queste antiche linee di costa risultano così irregolari (notevole variazione nell'altitudine) per via di alcuni tsunami che si sarebbero verificati.

Questi tsunami sono stati provocati molto probabilmente dall’impatto di un meteorite circa 3.4 miliardi di anni fa, il quale ha lasciato un cratere di 30 km di diametro. Le onde che si sono generate erano alte fino a 50 metri, e sono penetrate per centinaia di km nell’entroterra marziano.L’impatto del primo meteorite ha causato uno tsunami di acqua alla stato liquido, formando così dei canali quando quest’ultima rifluiva verso il mare.
Dopo qualche milione di anni il clima di Marte cambiò. Le temperature si abbassarono notevolmente, trasformando gli oceani parzialmente in ghiaccio, abbassando così il livello del mare e disegnando una nuova linea costiera.Il secondo meteorite scagliò il ghiaccio nell'entroterra e, non potendo refluire in mare essendo allo stato solido, si formarono delle lingue di ghiaccio che lasciarono evidenti segni sul suolo marziano.