Magari anche tu sei uno di quegli smemorati cronici che subito dopo aver posato un oggetto in un certo posto dimentica dove lo ha messo, o che puntualmente non ricorda cosa avrebbe dovuto fare e ha programmato da tempo. Devi smettere di colpevolizzarti, o magari di preoccuparti perché temi che la tua memoria abbia qualcosa che non va: c’è una cosa che devi sapere.

Fonte: www.onmed.gr share

Le prime ricerche per tentare di  capire in che modo funziona il cervello umano dal punto di vista dell’immagazzinamento dei dati risalgono a molto tempo fa, ma uno studio determinante fu condotto nel 2007. Un gruppo di scienziati prese un campione di 20 persone e ne monitorò l’ attività cerebrale dimostrando che venivano ricordati i concetti più complessi e dimenticati quelli più semplici.

Cosa vuol dire questo? Ce lo spiega meglio un’altra ricerca, questa più recente, pubblicata sulla rivista “Neuron” condotta dai professori dell’ Università di Toronto , che hanno deciso di abbattere la falsa aura di “straordinarietà” che circonda chi ha una memoria di ferro.

Quello che hanno scoperto è che in realtà il cervello umano è programmato per dimenticare , e che quindi un cervello sano è un cervello che cancella le informazioni inutili, o superflue . Il suo meccanismo neuronale seleziona i dati immagazzinati conservando solo quelli davvero utili al fine di prendere decisioni.

Fonte: www.nemokennislink.nl share

Quindi chi ricorda tutto sovraccarica la sua memoria in modo pericoloso : tanto più che ci sono nozioni che davvero non servono a nulla, ai fini della vita quotidiana. Il professor Blake Richards, che ha fatto parte del gruppo di ricerca, ha detto  “Il vero obiettivo del cervello umano è quello di riuscire a prendere decisioni ponderate”.

Si è infatti scoperto che i nuovi neuroni che si formano nel tessuto cerebrale sono quelli che promuovono la cosiddetta  “transienza” , ovvero la perdita di informazioni, piuttosto che la  “persistenza ”. Le vecchie informazioni, ormai superate, vengono rimosse, per essere sostituite da altre nuove e più funzionali.

Certo, forse il fatto che scordi sempre le chiavi è solo sbadataggine... ma almeno ora saprai come difenderti da chi accusa sempre di essere uno “smemorato”!