Ci sono luoghi leggendari che l’uomo ha cercato per secoli, e che infine ha identificato in questo o quel luogo reale. Chi può dire se sono esistiti davvero o sono solo miti e leggende? Certo è che un fascino innegabile circonda i siti che ora ti descriveremo.

CAMELOT (Caerleon?)

Antiche leggende narrano  le gesta di Re Artù e dei suoi Cavalieri della Tavola Rotonda . A lungo si è dibattuto, e si dibatte ancora,  se quelle storie siano frutto di pura invenzione, o invece affondino nella realtà , trasfigurata poi in leggenda.

Fonte: bbc.co.uk

L’ipotesi più accreditata è che questo sovrano illuminato, che nelle storie viene affiancato dal saggio consigliere Merlino e porta al fianco la mitica spada Excalibur, sia davvero esistito , con caratteristiche però un po’ diverse da quelle attribuitegli nelle storie.

Dov’era dunque Camelot , il castello dove regnavano pace e armonia e da cui partì la ricerca del Sacro Graal? Nel corso dei secoli sono state indicate tante location : a Glastonbury (Somerset), dove Artù poi sarebbe stato anche sepolto; sull’isola di Mont Saint Michel in Cornovaglia; a Burgh by Sands, cittadina vicino alla quale un tempo correva il Vallo di Adriano.

Alcuni studiosi però si dicono certi che Camelot fosse Caerleon, in Galles , il cui nome fu trasfigurato nel tempo. Ma la verità è avvolta da fitte nebbie, come quelle che si dice celino l’isola di Avalon, l’isola delle fate dove Morgana e Merlino si ritirarono quando finì l’epoca della magia.

ATLANTIDE (Mar dei Caraibi?)

Il mito di  Atlantide, il Continente Perduto che affondò in una sola notte, è uno dei più celebri di sempre. A parlarne per primo fu il filoso greco  Platone , che lo descrive come un luogo assolutamente reale esistito oltre le Colonne d’ercole (lo Stretto di Gibilterra).

Fonte: Pinterest

Pare si trattasse di un regno molto potente che venne spazzato via da una catastrofe naturale di immani proporzioni : l’isola su cui si trovava Atlantide sprofondò in mare con tutti i suoi abitanti.

Così come è accaduto per Camelot, per secoli gli uomini hanno cercato il luogo dove poteva trovarsi davvero Atlantide . Ancora una volta le ipotesi più numerose, e vanno dal Marocco allo Stretto di Messina.

Una delle ultimissime ipotesi colloca l’isola di Atlantide in fondo al Mar dei Caraibi , dove è stata trovata una strada lastricata di pietre calcaree, che forse era un molo. Seguendola, sono convinti gli appassionati del mistero, si giungerà a ciò che resta del grande impero perduto.

EL DORADO (Colombia?)

La città di El Dorado è stata a lungo bramata dai  Conquistadores spagnoli  che tra il XV e XVI secolo esplorarono le foreste delle regioni centrali del nuovo mondo.

Fonte: www.historicmysteries.com share

Si era infatti diffusa la leggenda di una città completamente lastricata d’oro . Prima dell’arrivo degli occidentali nel centro America vi erano due fiorenti civiltà, quella Inca e quella Azteca, che a volte facevano scambi commerciali usando l’oro.

L’avidità portò ad ipotizzare un luogo dove l’oro scorreva a fiumi, che però non è mai stato trovato. Anche oggi però c’è chi crede che le f oreste amazzoniche della Colombia celino un ricco e impenetrabile segreto...

IL MOSTRO DI LOCH NESS (Scozia)

Veniamo infine ad  un luogo reale, che però ha legato la sua popolarità ad una creatura che vive tra mito e leggenda: il celeberrimo mostro di Loch Ness.

Fonte: www.historic-uk.com share

Il lago si trova in Scozia, non distante dalla cittadina di Inverness. Si tratta di uno specchio d’acqua che non avrebbe avuto alcuna peculiarità se non si fosse diffusa la leggenda secondo la quale le sue acque sono abitate da un “mostro”.

La cosa curiosa è che gli avvistamenti di questa creatura, che sembra un dinosauro capace di nuotare, cominciano già molti  secoli fa, fin da VI secolo dopo Cristo. 

Quando poi nacque la fotografia , gli avvistamenti di “Nessie”, così viene chiamato amichevolmente il “mostro”, iniziarono ad essere immortalati. Il più delle volte però si trattava di fotomontaggi.

Fonte:wikimedia.org

Per il posto di certo il mostro di Loch Ness è diventato una forte attrattiva turistica, ma c’è chi ancora non è del tutto convinto che si tratti di pura invenzione . Forse è un animale preistorico sopravvissuto in queste fredde acque, forse qualche esperimento del governo di cui i cittadini vengono tenuti all’oscuro...

Sia come sia, se  capiti in Scozia, a dorerai Loch Ness, il suo lago, e il suo folklore fitto di mistero.