Il tradimento è uno dei pericoli più grandi da affrontare per una coppia. A volte può essere il campanello d'allarme per la fine di una relazione, altre volte è un qualcosa di irresistibile, una tentazione frivola per sfuggire all'ordinaria amministrazione di una coppia, eppure l'infedeltà è un'esperienza sempre più frequente . Si dice che prima si tradisce con il pensiero e poi con il corpo, grazie alle nuove app ed a siti dedicati agli incontri è sempre più facile cadere in tentazione.

 Più della metà degli italiani ha tradito almeno una volta nella stessa relazione Copyright: AntonioGuillem/Bigstock share

Secondo l'ultimo sondaggio diffuso da uno dei maggiori portali dedicati alle avventure extraconiugali, il paese europeo con il maggior tasso di tradimento è proprio l'Italia .In una coppia a tradire sono sia gli uomini che le donne, l'indagine ha svelato che più della metà della popolazione italiana ha tradito almeno una volta all'interno della stessa relazione. Ben il 67% degli intervistati ha dichiarato una scappatella. 
Nella classifica europea dei paesi traditori, subito dopo il Bel Paese, seguono Spagna (59%) e Francia (56%). Sarà il clima mediterraneo a renderci tutti un po' traditori?

I motivi per cui si tradisce

Nei rapporti di lunga durata può succedere che in una coppia si maturi in modo diverso e ci si accorge all'improvviso di avere davanti un estraneo. Una relazione castrante e opprimente trasforma il rapporto privo di spontaneità e di energia, rendendo quasi lecito tradire il proprio partner.

L'italiano medio sente dunque la necessità di tradire per diversi motivi, in particolare il bisogno di avere maggiori attenzioni da parte del partner , la fuga dalla routine quotidiana , una vita sessuale poco appagante .

Tradire è l'allarme per la fine di una relazione o un modo per scappare dalla routine SSSS© nd3000/Bigstock share

Un'altra motivazione che vede gli italiani un popolo di traditori  è dovuto alla paura di non essere più grandi amanti . Con il tempo infatti, la stessa stabilità di una coppia, fa nascere insicurezze sulle proprie doti amatorie ed ecco che con un tradimento è possibile mettersi alla prova e sentirsi nuovamente vivi.

Secondo il sondaggio la crisi del settimo anno di matrimonio o di convivenza non è affatto un mito : 6 uomini su 10 e 5 donne su 10 tradiscono il partner, mentre i tradimenti tendono a calare dal dodicesimo anno, sempre che la coppia non sia 'scoppiata' prima. 

Le città italiane dove si tradisce di più

Il tradimento è una delle poche abitudini che unisce gli italiani, infatti non ci sono particolari differenze geografiche: dalla città alla provincia, dai condomini alle campagne, nessun territorio resta escluso. Grazie a portali ed app specializzate si tradisce indifferentemente da nord a sud , seppur con maggior percentuale nelle grandi città, in quanto è maggiore la densità abitativa.
L'indagine effettuata ha stilato una classifica con le città in cui c'è maggiore propensione al tradimento e vede al primo posto Roma (76 su 100), seguita da Milano (75 su 100), Napoli (72 su 100), Genova (68 su 100) e Palermo (65 su 100).

 Si tradisce per avere attenzioni dal partner, scappare dalla routine, da una vita sessuale noiosa. © 4 PM production/Bigstock  share

L'identkit del traditore

L'indagine sul tradimento fa emergere che gli amanti della scappatella hanno un profilo sociale medio-alto. I tipici traditori non sono persone che lavorano come dipendenti, hanno impieghi che spesso non prevedono orari da ufficio. I maggiori infedeli sono i liberi professionisti (15%), gli imprenditori (12%) e i dirigenti (9%). Quando si tradisce? Si sa che l'uomo (o la donna) in carriera non ha mai tempo per se', dunque i momenti prediletti per consumare le scappatelle extraconiugali sono quelle fasi della giornata in cui ci si stacca dal partner per dedicarsi al lavoro: il mattino (47%) e la pausa pranzo (30%)

 Portali ed app specializzate incentivano il tradimento © Rido81/Bigstock share

Gli uomini tradiscono maggiormente con l'avvicinarsi di un nuovo decennio, in particolare ai 29 ed ai 49 anni, inoltre le scappatelle aumentano maggiormente intorno i 39 anni. Le donne hanno invece propensione al tradimento intorno i 40 anni, in corrispondenza della cosiddetta crisi di mezz'età.

 

Non esiste una ricetta perfetta per evitare un tradimento, ma cercare sempre il dialogo, condivisione, gioco, ed erotismo aiuta sicuramente ad ottenere un rapporto più duraturo.