La ricostruzione unghie è un trattamento estetico molto in voga tra le donne di tutte le età. Esistono due metodi di ricostruzione: in acrilico e in gel. Entrambe le tecniche sono valide, la scelta va fatta in base al vostro tipo di unghia. Per le unghie particolarmente rovinate è infatti consigliata la ricostruzione in acrilico. Mentre per tutte le altre unghie, che non presentano alcun tipo di problema, si può ricorrere alla ricostruzione in gel. 

Ricostruzione in acrilico e ricostruzione in gel: le differenze

Per la ricostruzione unghie fatta con l’acrilico, nel processo di applicazione, vengono usati: un monomero liquido e un polimero in polvere, per creare uno strato protettivo sulle unghie naturali. Una volta che l’acrilico si è indurito, l’unghia diventa perfetta per essere decorata e colorata come si desidera. La ricostruzione in acrilico è molto facile da gestire (anche se si rompe un’unghia) ed è un trattamento che dura a lungo nel tempo. Nel caso di unghie molto lunghe però, l’acrilico non ammortizza correttamente gli urti dovuti alle normale attività quotidiane e di conseguenza, rischiano di rompersi con più facilità .

La ricostruzione unghie in gel invece, è la tecnica più diffusa e usata. Il risultato che da la ricostruzione in gel è quello di unghie naturali e lucide. Il gel è un prodotto di origine chimica che, rispetto all’acrilico rilascia meno particelle “dannose” ed è quindi considerato più sicuro. Il problema è che, a contrario dell’acrilico, se un’unghia in gel si spezza, bisogna assolutamente ricorrere all’estetista. Inoltre, la ricostruzione in gel ha una durata inferiore della ricostruzione fatta con l’acrilico .

Ricostruzione unghie in gel

Ricostruzione unghie: i passaggi

Ovviamente per la ricostruzione unghie, va scelto un kit professionale, al fine di garantire un’ottimo risultato finale.

Vediamo quali sono i passaggi per effettuare una corretta ricostruzione unghie:

  1. La primissima cosa da fare è quella di disinfettare le mani accuratamente . Questo semplice passaggio è fondamentale per evitare infezioni a carico dell’unghia. Bisogna sempre utilizzare un cleaner valido e un antibatterico per gli attrezzi da lavoro; 
  2. Dopo aver disinfettato le mani, se le mani hanno dei residui di smalto, quest’ultimo va tolto con un solvente. Successivamente le cuticole verranno spinte indietro con lo spingi cuticole . Questo passaggio serve per non avere cuticole tagliate in modo grossolano e per avere l’unghia completamente libera;
  3. L’unghia ora andrà sgrassata con una lima di preparazione; 
  4. Una volta finita la fase di preparazione, si passerà alla ricostruzione vera e propria dell’unghia , la prima cosa da fare è quella di applicare un primer per aumentare l’aderenza del gel all’unghia; 
  5. Se si ha intenzione di allungare l’unghia, si può effettuare l’allungamento con le tip o con il metodo delle cartine ;
  6. Una volta scelto il metodo di allungamento, si passa alla stesura vera e propria del gel, che può essere monofasico o trifasico . Per chi è alle prime armi, è assolutamente consigliato il gel monofasico ;
  7. Dopo aver steso il gel (monofasico o costruttore), adagiate la mano nella lampada UV, per circa 1-2 minuti;
  8.  Una volta che il gel si è polimerizzato, levate la mano dalla lampada e passate nuovamente il cleaner (questo servirà a sgrassare l’unghia);
  9. Passate la seconda mano di gel monofasico o di gel modellante e create una bombatura sull’unghia, inserite nuovamente le mani nel fornelletto per 1 minuto circa; 
  10. Dopo aver fatto questo, l’unghia andrà di nuovo sgrassata con il cleaner e con l’aiuto di una lima, gli verrà data la forma che si desidera;
  11. Finita la limatura, l’unghia risulterà opaca e a questo punto si può procedere con l’applicazione di gel colorato , decorazioni e quant’altro;
  12. Una volta decorata l’unghia, mettete nuovamente in lampada per far polimerizzare il gel colorato;
  13. A questo punto, si procede con l’ultimo passaggio con gel monofasico o sigillante e si passa in lampada per circa 1 minuto;
  14. Infine, dopo aver fatto polimerizzare nuovamente il gel e aver sigillato tutte le unghie, si sgrassa l’unghia per l’ultima volta.