“Cinquanta sfumature di grigio” è un romanzo scritto nel 2011 dalla scrittrice inglese E. L. James (pseudonimo di Erika Leonard). Si tratta del primo di una trilogia di romanzi che prosegue con “Cinquanta sfumature di nero” e “Cinquanta sfumature di rosso”. Esso può essere ben considerato un fenomeno letterario e cinematografico dei giorni nostri.  Da molti criticato eppure ardentemente seguito da moltissime donne. Ma cosa ha reso così celebri e attraenti questi romanzi?

Come le nostre lettrici sono passate dal collezionare romanzi Harmony a divenire fan sfegatate della trasgressione?

Oggi per noi sarebbe difficile innamorarci di un tipo che ci da una bastonata in testa con la sua clava, ci trascina per i capelli nella sua grotta e ci seduce. Eppure, nella preistoria, c'era senza altro una signorina che trepidava perché quel momento giungesse. Nell'antica Grecia si poteva amare senza grosse inibizioni sia gli uomini che le donne. Con l’avvento del Cristianesimo l’amore acquista una serie di regole: esso può essere rivolto esclusivamente a persone di sesso opposto e può divenire fisico solo se il partner ha la giusta maturità, inoltre deve essere consensuale.

Oggi l’estrema competitività imposta dal mercato del lavoro, unita all’incertezza economica ed allo stress, ha fatto emergere nella donna il desiderio di fuggire dalla quotidianità per rifugiarsi in un mondo (per lo più fantasioso) di trasgressione, dove le regole ed i vincoli quotidiani non esistono, dove la libertà è espressa dalla ricerca estrema del “piacere” in assenza di colpa e di dolore.

 Il termine “ sadomasochismo ” deriva in realtà da due diverse parole, ossia “ sadismo ” e “ masochismo ”,due caratteristiche che indicano il piacere nel dominare e il piacere derivante dall'esser sottomessi.

La scienza ha in passato considerato tali pratiche come malattie psicologiche e orientamenti sessuali dannosi.

Loading...

Proviamo a fare un breve sondaggio: secondo voi le persone con interessi sessuali sadomaso sono pericolose o malate?

Ads

Secondo il ricercatore Richters il sadomasochismo è semplicemente un interesse sessuale e non necessariamente prova di una qualche violenza subita in passato, né tanto meno segno di una qualche grave intima difficoltà sessuale.

Un’ulteriore ricerca condotta dall’Université du Québec mostra che il 64.6% delle donne intervistate ha fantasie di sottomissione sebbene poi molte non abbiano intenzione di concretizzare le proprie fantasie! Questo evidenzia l'enorme differenza fra ciò che si fantastica e ciò che davvero si desidera.

La lettura di “Cinquanta sfumature di grigio”, dunque, potrebbe essere uno sfogo per dare spazio a queste fantasie senza metterle in atto.

Avere fantasie non equivale quindi a volerle sperimentare nella vita vera!