Tutti pronti a rallentare?  Quest’anno, dal 7 al 13 Giugno torna la giornata/settimana mondiale della lentezza.

Principalmente a sfondo sociale, ha come obiettivo quello di riscoprire e dare il giusto valore al tempo. 

 

Agire senza fretta, vivere il momento in tutta la sua pienezza. Rallentare per gustare a pieno il sapore della vita, della natura e degli attimi preziosi, condivisi con la famiglia e amici. 

Ritrovare un modo di vivere che ci consenta di superare i danni causati dalla frenesia  e dai ritmi sempre più pressanti, nei confronti di noi stessi, delle relazioni sociali e dell’ambiente.

 

Uno stile di vita rispettoso, più riflessivo e partecipe, per superare la cultura dell’eccesso ”, spiegano i fondatori di L'Arte del Vivere con Lentezza Onlus  e promotori del progetto.

 

Per trovare la giusta velocità nella vita e dare valore al tempo, basta fare attenzione a qualche piccolo gesto quotidiano. 

Non riempiamo la nostra agenda di impegni, anche se piacevoli. Impariamo a dire qualche no e ad avere momenti di vuoto.

Piuttosto che partire con la macchina, facciamo una passeggiata al parco o al mare, soli o in compagnia.

Proviamo a scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro/cara.. o piuttosto fare una telefonata.

Cerchiamo di ridurre la forte dipendenza dal web. Mail da controllare a ogni ora, notizie da leggere, Facebook da aggiornare, tweet da spedire.. basta!! 

Credo ci debba essere un giusto  equilibrio tra velocità, immediatezza del web, e il pensiero lento, lineare e profondo.

 

Prova a prediligere la calma invece della fretta, la serenità al posto dello stress, la qualità e non la quantità.

L’ uomo è continuamente ossessionato dalla velocità e va sempre di fretta. È un meccanismo automatico, un comportamento meccanico. Diventa quasi una cosa innata. 

 

Quando rallentiamo invece concediamo a noi stessi una grande opportunità, quella di vivere il presente in piena consapevolezza, cogliendone gli aspetti più vivi e profondi.

Focalizzati su ciò che la vita ti offre, senza pensare a cosa verrà dopo.

 

Smettiamo di continuare a ripetere alla società, ma soprattutto a noi stessi: vado di fretta, "non ho tempo". 

Il continuare a farlo e a crederci ci porterà a non dare la giusta importanza alle relazioni, a non vivere i momenti, gli attimi.. a sprecare del tempo che non potremmo mai recuperare.