Sono il gioco più conosciuto al mondo, quello che risveglia tanti ricordi legati all’infanzia di ognuno di noi: i Lego, una serie infinita di mattoncini di varie dimensioni e colori che, anche oggi, raccolgono milioni di fans e collezionisti. Da oggi, però, non saranno più solo un gioco… infatti, per la felicità di molti, i famosi Lego potranno essere utilizzati anche per arredare la propria casa o, addirittura, per costruirne le pareti. 


Vi chiederete come è possibile tutto questo e la risposta è davvero semplice: l’idea è venuta a Flavio Lanese, un ingegnere di Aosta di 54 anni che ha creato gli SpeedyBrick. 

Come funzionano? Gli SpeedyBrick sono dei mattoni leggeri e ben isolati realizzati con la stessa forma dei più conosciuti mattoncini colorati e che restano ben saldi tra loro grazie a degli elementi metallici che li rendono antisismici. Inoltre, sono già predisposti per il collegamento alla rete idraulica, elettrica e telefonica. 

Quale può essere il loro utilizzo? Esattamente come i Lego, questi mattoncini possono essere utilizzati sia per la realizzazioni delle pareti di casa che per la creazione di oggetti di arredamento. 

Al momento, nonostante l’approvazione dell’Ufficio Brevetti di Monaco, purtroppo, questa invenzione non è ancora in commercio, ma pensate come sarebbe comodo e veloce realizzare la propria casa divertendosi proprio come facevamo quando eravamo piccoli… Se volete togliervi qualche altra curiosità, visitate la pagina Facebook ad essi dedicata .