In Africa , alcuni contadini, hanno l'abitudine di mettere degli alveari nei campi , ma lo scopo non è quello di ricavarne del buon miele, o meglio, non è quello principale.

I contadini africani, come quelli europei, hanno la necessità di difendere i loro campi, e quindi il raccolto, dagli animali che possono danneggiare quanto coltivato. Ma se nei i nostri agricoltori devono difendersi da faine, volpi o talpe, i colleghi africano hanno a che fare con nemici ben più grandi. Sono infatti gli elefanti il pericolo maggiore da affrontare per i contadini africani.

Negli anni hanno tentato ogni soluzione possibile per tenere gli elefanti lontani dai loro campi, ma con scarsi successi. La lotta tra uomo ed elefante è stata estenuante e con spargimenti di sangue dall'una e dall'altra parte.

Per fermare tutto ciò è intervenuta la zoologa   Lucy King che ha saputo escogitare una soluzione tutta naturale.

La zoologa è partita dal presupposto che gli elefanti temono le api

Gli elefanti sono molto spaventati dalle api e a ragione. I piccoli insetti, infatti, si infilano nella loro proboscide riuscendoli a pungere. Si capisce bene che in quel punto del corpo l'animale non abbia modo di trovare sollievo dal fastidio della puntura. Per l'elefante non resta altro da fare che tenersi alla larga dalle api.  

L'idea quindi di installare delle arnie nel perimetro dei campi non fa altro che creare una barriera naturale a protezione dei campi.

Il progetto ha avuto inizio nel 2009 ed è stato subito un successo. Gli elefanti, appena sentivano il ronzio delle api si allontanavano e cambiavano zona.

Loading...

Fu così che l'iniziativa  The Elephants and Bees Project  si diffuse. Ora, i campi in Mozambico, Kenya, Tanzania, Sri Lanka e Uganda sono circondati da alveari che proteggono il raccolto.

Ma i benefici di questo progetto non sono finiti. Oltre alla protezione dei campi, le api migliorano l'ecosistema rendendolo più florido, grazie alla loro capacità di potenziare le specie vegetali presenti. Infine i contadini locali hanno trovato un'entrata extra dalla produzione di miele che vendono guadagnando a costo zero.

Fonte:  The Elephants & Bees Project / Lucy King