Purtroppo molti di noi, se non praticamente tutti, si sono ritrovati a fare i conti con l’assenza di un nostro caro . La perdita di un compagno, un genitore, un fratello, un nonno, il nostro cane oppure il nostro micio… ciò che ci rimane è un vuoto incolmabile , i pensieri volano sempre lì verso di loro, la loro mancanza è straziante.

 

La voglia ed il bisogno di rivede quella persona, di riascoltare la sua voce o di risentire la forza di un abbraccio restano sempre lì, latenti, in un angolo… La persona (o animale che sia) che non è più con noi resta vivo grazie ai ricordi , a quelle frazioni che restano impresse nella nostra mente; eppure i ricordi e le fotografie non sono però l’unico modo per mantenere accesa la memoria di chi non c’è più.

                                                               

Da qui, dalla sua esperienza personale, nasce l’idea di Katia Apalategui , un’assicuratrice di 52 anni che ha vissuto in prima persona la perdita di un proprio caro. Katia ha perso il padre e, dopo anni in cui cercava di sentirlo accanto annusando il suo profumo sul cuscino, ha pensato di creare un profumo che le ricordasse il papà.

L’olfatto, a questo proposito, è ritenuto il senso che più si collega alla memoria per cui ricordare qualcuno o qualcosa sentendo un particolare odore è la cosa più naturale e semplice, olfatto e memoria sono strettamente collegati.

Katia ha deciso di chiedere aiuto a degli specialisti per cui si è rivolta alla Université du Havre , in Francia, dove i ricercatori hanno estratto alcune molecole da un abito del padre e li hanno mescolati con dell’alcool, ma ovviamente i passaggi del processo non verranno mai svelati.

                                                                                                                                                La donna, dopo questa esperienza, vorrebbe creare un vero e proprio business con queste fragranze personalizzate indirizzate a chi ha appena perso qualcuno per dare, come l’ha avuta lei, la possibilità anche ad altre persone di sentirsi più vicini a chi ha lasciato quel grande vuoto nelle loro vite.

                                                                     

Per questo prodotto sono necessari 4 giorni e € 600,00 e probabilmente questa iniziativa si espanderà in Europa e negli Stati Uniti. Le imprese funebri potranno, quindi, aggiungere questo prodotto nei loro cataloghi già da settembre.

Ma questo non è l’ unico desiderio della protagonista della nostra storia: la donna vorrebbe, più precisamente, realizzare un’intera linea di profumi personalizzati per ogni occasione , ovvero per San Valentino, per Natale, per la Festa della Mamma, per la Festa del Papà e così via… in modo che questi aromi possano riempire anche i vuoti temporanei come una papà che si allontana per lavoro dal figlio o una mamma che si allontana momentaneamente dal suo bimbo nato da poco.

L’iniziativa di Katia è stata trasformata anche in un video, ormai molto conosciuto in rete, che parla proprio di lei e dell’esperienza da lei vissuta in prima persona, dell’amore per il padre e di quanto fosse distrutta dopo la sua scomparsa; guardatelo, è davvero coinvolgente! 

 

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato

 

 

Sarebbe bello poter far rivivere quel qualcuno che tanto ci manca con uno spruzzo di profumo o, più semplicemente, con lo stesso profumo sentirsi più vicini a chi si è temporaneamente assentato… Non è come avere la persona amata al nostro fianco, ma è pur sempre un dolce momento che ci avvicinerà a chi non è al nostro fianco in quel momento. Sarebbe un modo unico per far rivivere quei ricordi e quella persona con l’aiuto di un semplice profumo.

Già… un semplice profumo che, con un semplice gesto, ci regalerebbe un’emozione indescrivibile!