Siamo soliti pensare che la felicità è qualcosa che sfugge ai nostri occhi: una sensazione invisibile. Spesso è difficile capire se la persona che abbiamo di fronte sia felice o meno, e lo allo stesso modo riteniamo che gli altri possano avere difficoltà a percepire i nostri sentimenti.

Ora, una nuova ricerca condotta da scienziati della Koc University di Istanbul e dell'Istituto Superiore di Psicologia Applicata di Lisbona, afferma che alcuni stati emotivi di appagamento e gioia provocano la produzione di alcune sostanze chimiche che, secrete dal sudore, possono essere ricevute e assorbite dagli altri.

L'odore sembra essere un modo strano per ottenere vibrazioni positive da parte delle persone che abbiamo intorno a noi, ma lo studio, pubblicato sulla rivista Psychological Science conferma: "il sudore umano che si produce quando una persona è felice può indurre uno stato simile in una persona che ne inala l'odore", dice Gun Semin, co-autore dello studio.

Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno raccolto campioni di sudore da 12 giovani uomini, dopo averli fatti assistere a diversi video pensati per provocare emozioni come la paura o la felicità. Nessuno di loro aveva consumato alimenti che determinano cambiamenti nell’odore del corpo (ad esempio alcool o peperoncino) o fatto sesso durante il periodo dello studio. Gli scienziati hanno poi monitorato le reazioni di 36 giovani donne, cui sono stati fatti annusare i campioni.

I risultati hanno rivelato la presenza di una "sincronizzazione comportamentale" tra lo stato emotivo del partecipante, il sudore e la reazione delle volontarie che lo annusavano. Ad esempio il “sudore felice” provocava una risposta contagiosa nella persona che lo odorava.

Ciò dimostrerebbe che gli odori sono molto importanti non solo per i cani o per gli altri mammiferi, cosa già nota, ma anche per la specie umana, e che possono agire su di noi in maniera inconscia. Studi precedenti avevano in realtà già dimostrato che le emozioni negative come la paura o la rabbia possono essere trasferite attraverso il sudore. Questo studio conferma che ciò è possibile anche per le emozioni positive. Il passo successivo della ricerca sarà scoprire qual è la differenza chimica tra l'odore della paura e quello della felicità.