Il 1° Maggio si celebra la festa dei lavoratori (..o del lavoro) sorta per ricordare le battaglie operaie avvenute per la conquista di un diritto preciso: le otto ore di lavoro. In occasione di tale ricorrenza sono tante le manifestazioni che danno spazio e voce agli obiettivi economici e sociali dei lavoratori.  Ed' è la musica, forma d'arte libera ed espressiva, a divenire la vera protagonista di questa ricorrenza. Infatti a partire  dal 1990 viene organizzata ogni anno una rassegna musicale nota con il nome "concerto del Primo Maggio" che si svolge a Piazza San Giovanni a Roma e che attira numerosi spettatori da tutta Italia. Tale manifestazione propone artisti di ogni calibro e provenienza e viene trasmessa dal primo pomeriggio in diretta TV su RAI tre e sulle radio Radio RAI e RAI Radio 2. I nomi degli artisti che presenzieranno a tale evento circolano già sul web alcuni sono confermati come i Bluvertigo che tornano in scena dopo 15 anni su quel palco capitanati da Morgan, poi ci sarà James Senese sassofonista della band di Pino Daniele con la sua nuova band (James Senese e Napoli Centrale), Enzo Avitabile, Alex Britti, Noemi, Almamegretta, Irene Grandi, Mario Venuti, Paola Turci, il trio Fabi-Silvestri-Gazzè, Elio e le Storie Tese e tanti altri ancora da confermare. Le premesse sono buone e sicuramente come ogni anno le aspettative musicali non saranno deluse.

Da tre anni però esiste l'alternativa al concerto della capitale e si svolge a Taranto nel grande Parco Archeologico delle Mura Greche ed è organizzato dal Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti con lo scopo di porre l'attenzione sui problemi della città di Taranto distrutta dall'Ilva. Ad aprire il concerto sarà un gruppo di cantanti emergenti, seguiranno dalle 14 in poi i seguenti artisti in maniera alternata : Francesco Baccini, Subsonica, Andrea Rivera, Velvet, Diodato, Marlene Kuntz, Caparezza e tanti altri artisti che insieme hanno aderito al progetto e all'iniziativa a titolo gratuito. La giornata però avrà inizio alle 9 del mattino con un dibattito che parlerà di 'ingiustizia dal tema "Legalità, che giustizia?" ponendo in evidenza tutta una serie di problematiche :da chi ha perso i propri cari a causa dei reati ambientali e dell'illegalità ,alla Terra dei Fuochi, a coloro che provano a fermare lo sperpero di denaro pubblico per la TAV e L'EXPO e alle storie dei tanti immigrati che trovano accoglienza nelle coste del sud.. Infatti saliranno sul palco molti intellettuali e persone pronte a portare la loro testimonianza (le mamme protagoniste delle tristi vicende della Terra dei Fuochi, l'Associazione Antiracket e Antimafia di Brindisi ecc). Salirà sul palco anche Marco Travaglio per ripercorrere la storia dei decreti salva Ilva ,il sindaco di Messina, il parroco Don Palmiro Prisutto in prima linea contro l'inquinamento petrolchimico in Sicilia. Dunque  la musica farà da sfondo ad un progetto più grande che si augura abbia il sostegno e il contributo di molti.