Chi ha inventato l’ora legale? E perché? La proposta di ora legale fu fatta la prima volta in Francia pochi anni prima della Rivoluzione Francese. Venne però accolta solo nel 900, quando il risparmio energetico divenne una priorità.

La Commissione Europea è pronta ad abolire il cambio tra ora solare e ora legale , e propone di mantenere l' ora legale durante tutto l'anno (cioè quella "estiva", che inizia a fine marzo e resta in vigore fino alla fine di ottobre ). Su richiesta di una consultazione a cui hanno risposto 4,6 milioni di cittadini , promossa da alcuni Paesi nordeuropei e dell'area orientale del continente, potrebbero essere aboliti i cambi dell'ora intermedi.

Non tutti oggi concordano sull' utilità dell' ora legale . Anche perché i bisogni del mondo industrializzato dai tempi di Benjamin Franklin sono cambiati. E ciò che risparmiamo sulla bolletta con un minore utilizzo dell'illuminazione è vanificato dalla moltitudine di apparecchi elettrici ed elettronici che divorano energia indipendentemente dalle ore di luce, o che anzi tendono a rimanere accesi per molto più tempo.

Leggi anche: che numero sei?

La storia dell’ora legale

La proposta di ora legale fu fatta per la prima volta a Parigi dal politico Benjamin Franklin. Quest’ultimo, appassionato di scienza (inventò infatti il parafulmine) avanzò una proposta particolarmente originale.

A quei tempi (1700), gli orologi non erano diffusi come oggi e non c'erano nemmeno le ferrovie (nate nel ’800). L'esigenza di sincronizzare i minuti non era quindi particolarmente determinante come lo sarebbe stata poi nell'Ottocento, eppure iniziava a farsi sentire.

Il suggerimento di Benjamin Franklin non venne preso in considerazione. Fu riconsiderato solo all inizio del Novecento (1907) da William Willett, che lo propose alla Camera dei Comuni Britannica. Durante la guerra, infatti, il risparmio energetico divenne davvero importante e solo nel 1916 entrò finalmente in vigore l’ ora legale in tutti i paesi d’Europa.

In Italia però, dal 1916 l'ora legale fu ripristinata e soppressa più di una volta. Durante la creazione della Repubblica Sociale (1943-45) ci fu addirittura una sfasatura dell'applicazione dell'ora legale fra il Nord e il Sud del Paese (per alcuni mesi nel 1944 fu in vigore solo nella Repubblica di Salò), finché a partire dal 1966 entrò in vigore con continuità e dal 1996 fu adottata con un calendario comune in tutta Europa.

Ora legale potrebbe essere l’ultimo anno

Questo probabilmente sarà l’ultimo mese di ora legale. A fine Ottobre si tornerà all' ora solare e precisamente domenica 28 Ottobre alle ore 3:00 ( notte dunque tra sabato e domenica ). Si porterà indietro la lancetta di un'ora: farà buio prima la sera e si avrà più luce la mattina, almeno nella prima fase. L' ora solare rimarrà in vigore fino a domenica 31 marzo 2019.

La decisione degli stati membri sull’ora legale e l’ora solare

Dalle parole, dopo il sondaggio tra i cittadini europei, si passa ai fatti: la proposta di Juncker lascerebbe liberi gli Stati membri di decidere se intendono applicare in modo permanente l'ora legale o quella solare.

L'unica garanzia è che ogni cambiamento dovrà avvenire con l'opportuno coordinamento tra paesi confinanti, in modo da non turbare il corretto funzionamento del mercato interno e da evitare una situazione di frammentazione, che potrebbe presentarsi se alcuni Stati membri conservassero il regime dell'ora legale mentre altri lo abbandonanoDa qui la necessità di scadenze per arrivare al cambiamento e la spinta ai singoli Stati membri verso la promozione di referendum locali per ascoltare le volontà dei territori. 

La proposta dovrà essere valutata in Parlamento Europeo e in Consiglio . Se tutto dovesse andare liscio l'ultimo passaggio all'ora legale potrebbe avvenire a marzo 2019 e gli Stati intenzionati a passare definitivamente all'ora solare dovrebbero spostare le lancette domenica 27 ottobre 2019. Le scadenze dipendono dall'adozione della proposta della Commissione da parte del Parlamento europeo e del Consiglio entro il marzo 2019.

Leggi anche: com’è fatto il gelato?