Ago 17, 2017
212 Visualizzazioni

10 Reazioni del Corpo Umano e loro Motivazioni

Scritto da

Quante volte ti è venuto il singhiozzo, o ti sei ritrovato con i peli tutti dritti sulle braccia perché avevi freddo? Il nostro corpo fa spesso delle cose che ormai conosciamo bene e di cui non ci preoccupiamo perché sono del tutto naturali: ma ti sei mai chiesto il motivo?

Niente infatti accade per caso: di solito si tratta di meccanismi di difesa le cui origini affondano addirittura nei meandri dell’evoluzione umana e che oggi ci aiutano a stare meglio e a poter affrontare al meglio ogni situazione di “emergenza”.

Ti abbiamo incuriosito? Allora continua a leggere: scoprirai cose davvero interessanti!

PERCHE’ I POLPASTRELLI DIVENTANO GRINZOSI SE STAI TROPPO TEMPO IN ACQUA

Fonte: theconversation.com

Quando fai il bagno in mare e ci resti troppo tempo puoi notare come la pelle sulla punta delle dita diventi grinzosa e si riempia di pieghe. Dopo un po’ che esci e ti asciughi torna normale. Perchè?

Sulla nostra pelle c’è uno strato di sebo che serve a non farci assorbire l’acqua ma a farla scivolare via. Se però in acqua ci stiamo troppo a lungo il sebo scompare; quindi il corpo innesta una reazione nervosa che diminuisce i vasi sanguigni.

Il motivo è ancestrale: con le mani rugose si ha maggiore presa sugli oggetti anche se si hanno le mani bagnate, e questo era di aiuto ai nostri antenati che spesso cacciavano stando in acqua.

PERCHE’ QUANDO TI ADDORMENTI A VOLTE HAI LA SENSAZIONE DI CADERE

Fonte: bbci.co.uk

Capita, specie se si è molto stanchi, di provare la sensazione di cadere nel vuoto nel momento in cui ci si addormenta. Questo accade per via di un cortocircuito che avviene nel nostro cervello.

Quando il corpo cade nel sonno, piano piano “spegne” tutte le attività cerebrali e anche i muscoli vanno in uno stato di inattività, perdendo il loro tono. Può capitare che però ci siano degli spasmi involontari, che ci trasmettono la sensazione di caduta.


PERCHE’ PIANGI

Fonte: powerofpositivity.com

Gli occhi possiedono delle sacche lacrimali che hanno il compito di lubrificarli e di tenerli sempre in buona salute. La lubrificazione avviene in modo costante, ma a volte può capitare di avere una lacrimazione più abbondante.

Si tratta delle volte in cui piangiamo: ciò accade sia per motivi biochimici, che legati alla sopravvivenza, che sociali. Si piange perché c’è un sentimento che ci sovrasta, e attraverso le lacrime riusciamo a decomprimere tale sovraccarico emotivo (può essere tanto negativo che positivo). Con le lacrime si espellono dal corpo tossine e ormoni legati allo stress. Piangiamo per trasmettere all’esterno il nostro stato d’animo.

Piangere è del tutto normale: noi speriamo però che a te accada solo per la felicità!

PERCHE’ SBADIGLI

Fonte: www.healthline.com

Si sbadiglia di sonno, di stanchezza o di noia: sono tutte situazioni in cui il nostro cervello ha bisogno di ossigeno e così lancia un input ai polmoni per incanalare più aria attraverso la bocca. Sbadigliando si stimola la circolazione del sangue e di altri fluidi che vengono raffreddati, e questo serve a “risvegliare” il cervello.

Lo sbadiglio è contagioso: questo dimostra che tra gli esseri umani esiste una profonda empatia naturale che si traduce anche con il fatto che, se vediamo qualcuno a bocca aperta, non possiamo fare a meno di imitarlo!

PERCHE’ TI VIENE IL SINGHIOZZO

Fonte: www.goodzing.com

I singhiozzi sono delle interruzioni nell’attività respiratoria. Quando inspiriamo usiamo i muscoli intercostali e il diaframma. A volte, per esempio se mangiamo troppo, lo stomaco si dilata e stimola questi muscoli: il diaframma si contrae e noi singhiozziamo.

Quindi la causa sta o in un pasto troppo abbondante, o in una bibita bevuta troppo velocemente. A volte però il singhiozzo viene anche se si subisce un’emozione improvvisa e questo causa una reazione nervosa che fa contrarre il diaframma ed emettere il tipico suono “hic”!


PERCHE’ TI VIENE LA PELLE D’OCA

Fonte: www.scientificamerican.com

Basta che la temperatura scenda un po’ e ti ritrovi con tutti i peli dritti sulle braccia e la caratteristica “pelle d’oca”? Si tratta di un meccanismo fisiologico che abbiamo ereditato dagli animali, anche se a noi ormai non serve più molto.

Sotto la pelle ci sono dei piccoli muscoli, ognuno attaccato ad un bulbo pilifero. Tali muscoli, con il freddo, si contraggono e creano degli avvallamenti che fanno sembrare in rilievo la pelle circostante, e inoltre fanno rimanere dritti i peli.

Per gli animali questo è utile perché i peli dritti aumentano il loro volume e li isolano dall’aria fredda circostante. Per noi non ha più alcuna utilità. La pelle d’oca può venire anche se ci si spaventa, se si avverte una sensazione di pericolo, o se si è molto emozionati; questo accade a causa dell’aumento dei livelli di adrenalina.

PERCHE’ TI TREMANO LE PALPEBRE

Fonte: www.womenfitness.net

Se ti capita ogni tanto che tu senta un tremito alle palpebre, non ti devi preoccupare: questo è un sintomo da verificare solo se accade con molta frequenza ed è incontrollabile. Il tremolio della palpebra è detto blefarospasmo ed è causato da una contrazione involontaria dei muscoli della palpebra.

Il motivo di tale contrazione può essere fisico, ovvero magari hai l’occhio irritato, o c’è vento o ci sono condizioni atmosferiche fastidiose. In altri casi si può legare allo stress o all’eccessivo consumo di bevande eccitanti come alcool o caffè.

PERCHE’ TI STIRACCHI QUANDO TI ALZI AL MATTINO

Fonte: www.sciencefocus.com

Questo è un gesto che fai senza nemmeno pensarci, non è così? Al mattino ti svegli, ti siedi sul letto ancora mezzo addormentato e ti stiracchi come fanno i gatti, sollevando le braccia in alto e curvandoti a destra e sinistra.

Il tuo corpo ti spinge a farlo perchè, mentre dormi, i fluidi si accumulano sulla schiena e i muscoli si irrigidiscono. Stiracchiandoti aiuti i fluidi a tornare gentilmente in circolo, e i muscoli riprendono il loro tono, raggiungendo la loro estensione massima e poi tornando in posizione.


PERCHE’ TI DIMENTICHI LE COSE

Fonte: healthcabal.com

A volte la memoria ci fa brutti scherzi, e ci dimentichiamo di cose più o meno importanti. Le dimenticanze fanno parte della vita di ognuno di noi e, a meno che non diventino sintomo di un disturbo degenerativo, sono del tutto normali.

Questo fenomeno è noto come “transitorietà”: il nostro cervello “scarta” le informazioni che non gli sono più utili facendoci dimenticare fatti del passato che non rievochiamo più spesso. Altra cosa è dimenticare qualcosa che si doveva fare nel futuro: in questo caso si parla semplicemente di distrazione!

PERCHE’ STARNUTISCI

Fonte: aadyantalife.com

Forse non ci hai mai pensato, ma uno starnuto è un processo molto complicato che coinvolge molti muscoli. Se il nostro naso viene infastidito da qualcosa, il cervello riceve lo stimolo in una parte dedicata proprio a questo. Subito manda un impulso a diversi muscoli: quelli addominali, al diaframma, ai muscoli del petto e delle corde vocali, e a quelli che si trovano dietro la gola. 

Persino i muscoli degli occhi vengono coinvolti: infatti ti accorgi di chiudere gli occhi quando starnutisci? Quindi, se nel naso entra dl pulviscolo, se annusi del peperoncino, se un qualunque corpo estraneo ne irrita la cavità interna, il corpo reagisce espellendolo con un sonoro starnuto!

Ci sono anche persone che starnutiscono semplicemente se si espongono al sole: il loro si chiama “starnuto riflesso fotico” (fotoptarmosi) ed è un tratto ereditario. I motivi del perché ciò accada ancora non sono del tutto chiari.

Il corpo umano è davvero una fonte di continue meraviglie: e adesso tu ne sai un po’ di più!

Article Categories:
Curiosità

Comments are closed.