Parlar male di una persona, senza conoscere la verità, è la cosa più diabolica che un uomo possa fare. Etimologicamente la parola ‘diavolo’ vuol dire infatti ‘calunniatore’.
Il tutto deriva dal greco dal greco -διαβάλλω diabàllo (dia attraverso ballo metto). Ovvero, colui che separa, che divide, mettendosi in mezzo, frapponendo una barriera e creando fratture e/o ostacoli. 

Originariamente questa parola era riconducibile alla calunnia, intesa metaforicamente come come un'arma tagliente che ha come effetto la separazione e l'allontanamento fra gli uomini.

Nel tardo latino diventa diabŏlus = dividere, calunniatore, accusatore.
La parola ‘satana’ invece vuol dire oppositore, accusatore e compare la prima volta nel libro Biblico di Giobbe, del quale consigliamo la lettura a chiunque volesse approfondire.