In occasione della conferenza IBM think 2018, l'azienda ha annunciato la di aver creato un computer microscopico. L'azienda ha mostrato al pubblico un dispositivo difficile da vedere ad occhio nudo. Difatti, per poterlo ammirare con attenzione bisogna aiutarsi con un microscopio. Nonostante le sue dimensioni ridotte, la potenza di calcolo del dispositivo è pari a quella del chip x86 degli anni '90. Questo piccolo dispositivo non ha nulla da invidiare ad un normale pc. Pare che IBM si aspetti che questo micro dispositivo agisca come una fonte di dati delle applicazioni blockchain (la tecnologia conosciuta dalle persone come base della criptovaluta Bitcoin).

Questo computer sarà in grado di svolgere tutte le attività di base di un'intelligenza artificiale e tenere traccia di spedizioni merci, frodi, furti e seri problemi nella gestione della supply chain. Secondo l'azienda, il dispositivo, nell'arco dei prossimi 5 anni sarà impiegato nei dispositivi elettronici di ultima generazione. Questo micro computer potrebbe davvero rivoluzionare la tecnologia. Non è ancora ben chiaro quando questo micro computer sarà rilasciato, anche perché i ricercatori IBM stanno testando solo ora il primo prototipo.

Altri dettagli sul computer più piccolo del mondo 

Il computer è grande 1mm x 1mm , è decisamente più piccolo di un granello di sale. I costi di produzione di questo microchip si aggirano sui 10 centesimi l'uno. Il mini computer ha un processore con diverse centinaia di migliaia di transistors (dispositivi a semiconduttore utilizzati nei dispositivi elettronici), SRAM memory (ovvero una Ram volatile che non ha bisogno di refresh e che può conservare le informazioni per un tempo infinito), celle fotovoltaiche per la potenza e unità di comunicazione che usano i LED e, infine, un photo-detector per comunicare con il mondo.

IBM afferma che il computer ha una potenza di 86 volte superiore ad un chip degli anni '90. IBM conta di poter usare questo micro computer per la gestione della catena di distribuzione e per la protezione delle contraffazioni. Questo chip è uno dei tanti crypto anchors che IBM sta sviluppando ed elaborando.

Non è ancora chiaro quando verrà rilasciato sul mercato questa innovazione, ma certamente cambierà il futuro della tecnologia.