La chiamano tetrade: sequenza di quattro eclissi lunari in un breve lasso di tempo, un fenomeno raro e che, è stato studiato, si manifesta circa ogni 300 anni. L'eclissi lunare del 4 Aprile sarà la terza di questo quartetto e, purtroppo, non sarà in alcun modo visibile dall'Italia, visto che copre tutt'altro lato del globo - ma non scoraggiamoci, presto avremo anche noi la nostra chance.

Questa luna di sangue (o Blood Moon, termine poco amato dagli astronomi) si crea quando la Terra si frappone tra la Luna e il Sole, "filtrando" i raggi che quest'ultimo proietta verso il nostro satellite. Vengono bloccate determinate frequenze luminose, permettendo il passaggio solo di quelle più basse - proprio quelle che danno il colore rosso. La prima luna rossa di questa tetrade si è manifestata il 15 Aprile 2014, la seconda è avvenuta l'8 ottobre 2014, quindi la prossima del 4 Aprile 2015 e si prevede che l'ultima eclissi sarà il 28 Settembre 2015, ultima eclissi lunare prima di una lunga pausa.

Come abbiamo detto, questa eclissi non sarà visibile dall'Italia, che in quel momento sarà in pieno giorno: a goderne sarà l'altro lato del globo: Gran parte del Canada e degli USA, sarà massimamente visibile in tutti gli arcipelaghi dell'Oceano Pacifico. Isola di Pasqua, Hawaii, Nuova Zelanda, Australia, Papua Nuova Guinea e tutta l'area dell'Oceania, quindi anche Malesia, Indonesia, Filippine, risalendo verso Giappone e Corea del Nord e Corea del Sud. Non trascurabile la visibilità che avrà in Cina, Mongolia e parte della Russia. Anche le popolazioni di Vietnam, Cambogia, Taiwan, Laos, Thailandia, Myanmar, Buthan e Bangladesh potranno ammirare questo spettacolo della natura. Zone del globo estremamente popolose - e spesso anche superstiziose, chissà cosa succederà per l'occasione.

Ma noi avremo il nostro riscatto per la conclusione di questo ciclo di eclissi lunari:l'eclissi del 28 Settembre sarà perfettamente visibile dall'Italia, dall'Africa e dall'Europa, fino a parte dell'Asia e degli USA. Si prevede che possa essere un fenomeno spettacolare anche per la sua durata di oltre un'ora (un'ora e tredici minuti, per la precisione) in fascia notturna piena, tra le 04.10 e le 05.25 nella sua fase più completa, il fenomeno inizierà alle 02.10 fino a concludersi alle 07.23, Parliamo ovviamente di fuso orario italiano, per osservare questo fenomeno. Non ci resta che cominciare a prepararci a una notte in bianco, ma che potrebbe offrirci lo spettacolo di una vita intera.