Mag 27, 2015
121 Visualizzazioni

Ottenuti in laboratorio i primi embrioni umani geneticamente modificati. Cosa ci aspetta?

Scritto da

Un gruppo di scienziati cinesi ha annunciato di aver modificato il DNA del nucleo di alcuni embrioni umani. Ciò è stato possibile attraverso una tecnica denominata CRISPR, e in realtà solo 4 su 86 ovuli cui è stato iniettato il DNA modificato sono sopravvissuti. Tuttavia il prof. George Church dell’università di Harvard ritiene che, tramite questa via, entro 5-7 anni sarà possibile tagliare e rimpiazzare parti del genoma umano per ottenere bambini geneticamente modificati. Lo studio è stato pubblicato ad aprile sulla rivista Protein and Cell, dopo essere stato proposto a Science e Nature, che pare abbiano rifiutato per motivi etici.

In realtà gli embrioni sono stati modificati allo scopo di correggere un gene responsabile di una malattia rara, ma i problemi etici legati a questo tipo di attività rimangono evidenti: anche ammesso che si arrivi ad una maggiore sopravvivenza degli embrioni, è giusto creare degli esseri umani OGM, fosse anche per evitare che sviluppino malattie? Questa stessa tecnica non potrebbe poi essere utilizzata per creare bambini con specifiche caratteristiche? È quella che i biologi chiamano eugenetica, ossia il miglioramento della specie umana attraverso la modificazione attiva del DNA.

Un simile scenario è stato prospettato nel film “Gattaca”. È una pellicola di Andrew Niccol del 1997, con Ethan Hawke, Uma Thurman e Jude Law. Si tratta di fantascienza ma io, da insegnante di scienze, lo faccio spesso vedere ai miei ragazzi e dico: “occhio perché presto potrebbe succedere davvero”. Ipotizza un futuro non troppo lontano in cui la maggior parte dei bambini sono programmati geneticamente, quelli che non lo sono saranno considerati inferiori e si genererà così una nuova forma di razzismo.

Vi lascio con una scena del film, che spero aiuti la riflessione.

 

Giovanni Sorgi

Article Tags:
Article Categories:
Scienza

Comments are closed.