Set 28, 2015
4065 Visualizzazioni

Curiosità che non conosci della Cappella Sistina

Scritto da
  • La Cappella Sistina, dedicata a Maria Assunta in Cielo, è uno dei più famosi tesori culturali e artistici della Città del Vaticano, inserita all’interno del percorso dei Musei Vaticani. Accoglie oltre 25 mila visitatori al giorno giunti sin li per ammirare la meraviglia di Michelangelo.
  • Ci sono alcuni fatti curiosi che riguardano la Cappella Sistina davvero interessanti, con i quali testare le proprie conoscenze su questo tesoro del nostro Paese e per dare qualche ragione in più per vedere questa opera mozzafiato
  • Il nome Cappella Sistina si riferisce al committente dell’opera ovvero Papa Sisto IV della Rovere che aveva chiesto la costruzione di questa Cappella nel 1477
  • I lavori di Michelangelo iniziarono nel 1508, e prima del suo affresco, la Cappella era decorata con un affresco blu notte con con stelle dorate, realizzato dall’artista umbro Piero Matteo d’Amelia
  • Quando è stato commissionato il lavoro a Michelangelo non ne era entusiasta, perché la sua principale attività artistica era la scultura, con vero dispiacere accettò l’incarico
  • Molti credono che Michelangelo dipinse la volta disteso sulla schiena, lui ha effettivamente costruito l’ impalcatura, ma in modo che potesse dipingere in piedi per una maggiore precisione e controllo   
  • L’intera area del soffitto della Cappella Sistina misura 1/6 di un campo da calcio
  • All’interno della Cappella Sistina diversi autori sono presenti con le loro opere, non solo Michelangelo, anche Domenico Ghirlandaio, Pietro Perugino, Cosimo Rosselli e Sandro Botticelli

1280px Chapelle sixtine2 c9cdcAntoine Taveneaux – CC BY SA 3.0

  • Michelangelo ha impiegato 4 anni per l’intero affresco ed ha lasciato la rappresentazione di Dio per ultima, in attesa di migliorare la sua tecnica per  poterlo dipingere perfettamente
  • www.reginamundi.infoCreazione di Adamo – volto di DioLa raffigurazione di Dio è un anziano uomo con fluenti capelli grigi che ha ispirato le pitture Cristiane a venire, e che è diventato poi il modello per la rappresentazione di tutte le figure divine in tutto il mondo 
  • L’affresco del Giudizio Universale è stato realizzato da Michelangelo ben 22 anni dopo, nel 1536, nella parete sopra l’altare Si tratta di una delle più grandiose rappresentazioni della parusia ovvero dell’evento dell’ultima venuta alla fine dei tempi del Cristo per inaugurare il Regno di Dio 
  • Nell’affresco del Giudizio Universale vi sono numerose allegorie. Molti sostengono che la “Creazione di Adamo” sia disegnata in riferimento alla anatomia del cervello umano dovuta al modo in cui è dipinta: vi si ritrova la forma del lobo frontale e delle arterie; è una teoria ragionevole dato che Michelangelo era grande esperto di anatomia umana 

amoredivino.itcredits: unknown

  • I personaggi nudi presenti nell’affresco sono stati considerati inappropriati dal Concilio di Trento che nel 1564 ne ordinò una modifica a Daniele da Volterra, che le coprì disegnando foglie di fico, vestiti o altri elementi

strangeart.it

Alcune coperture sono state poi eliminate dall’originale durante il grande restauro avvenuto tra il 1980 e 1990

  • La Cappella Sistina è la costruzione storica che attrae ben oltre 5 milioni di visitatori l’anno; pari all’intera popolazione della Norvegia
  • Nella Cappella Sistina si riunisce il collegio dei Cardinali per l’elezione del Papa, questo avviene dal 1492
    Il processo di elezione papale è così intenso che avviene in una stanza chiamata “Camera delle Lacrime”, che indica l’emozione che il fortunato candidato proverà alla sua nomina
  • Il maggior danno che i visitatori possono fare alla Cappella sistina è invisibile a occhio nudo: il sudore e il calore della pelle di 5 mila visitatori al giorno sono una minaccia alla conservazione del capolavoro. La temperatura e l’umidità infatti sono sempre sotto controllo

Dopo tutte queste chicche sulla Cappella Sistina potreste essere i Ciceroni perfetti per accompagnare i vostri amici ad ammirare questa meraviglia e far parte anche voi, per un giorno, dei 25 mila visitatori che ne restano sbalorditi  per la grandezza, il simbolismo e la magia. E’ sufficiente organizzare una gita a Roma perché ogni giorno è quello giusto per scoprire le bellezza d’Italia.

 

Article Categories:
Senza categoria

Comments are closed.