Ognuno di noi dovrebbe esser consapevole del danno che può provocare prendendo in casa un animale selvaggio: la storia di Jenny è esemplare.

Gli animali domestici più comuni nelle nostre case, come cani e gatti, sono ormai stati abituati a convivere con gli esseri umani da secoli. Gli animali selvatici invece, ogni volta che vengono condotti fuori dal loro habitat, soffrono immensamente. Purtroppo spesso noi, per il desiderio egoistico di possederne uno, non ce ne rendiamo conto.

Le scimmie , in particolar modo, sono molto ambite come animali domestici. Hanno occhi così dolci, saggi e profondi, e ci somigliano così tanto. Ma anche loro hanno le necessità di crescere in un ambiente adeguato, in mezzo ai loro simili. 

Jenny è una piccola scimpanzé . Quando è stata trovata, non aveva che dieci mesi e si trovava in una condizione davvero terribile per lei. Legata con una corda stretta intorno ai fianchi, era stata acquistata come animaletto da compagnia e languiva in solitudine nel cortile di una casa in Camerun.


Il vicino di casa del suo proprietario l'ha notata, e ha convinto l'uomo a lasciarla andare, occupandosi poi personalmente di accompagnarla in un luogo dove si sarebbero potuti prendere cura di lei: presso i volontari di Ape Action Africa.

Chi collabora con Ape Action Africa sa bene quanto sia difficile reintrodurre nel suo ambiente naturale una scimmietta che ne sia stata brutalmente strappata, e il caso di Jenny è apparso subito particolarmente difficile. la piccola scimpanzé restava raggomitolata in una palla , in fondo alla macchina su cui era stata caricata, e rifiutava ogni tipo di contatto.


Piano piano, però, la sua diffidenza si è sciolta , man mano che capiva che gli esseri umani che aveva intorno ora erano ben diversi da quelli incontrati in precedenza. Ha iniziato a ricevere coccole e carezze, fino ad accettare di essere tenuta in grembo da una dei volontari, Rachel, che ne ha condiviso la storia su Facebook.

Loading...


Ora Jenny vive insieme ad altri suoi simili, in attesa di poter essere liberata del tutto. Ha dimostrato di esser in grado di badare a se stessa, e soprattutto di essere molto socievole con gli altri scimpanzé, verso i quali fischia dolcemente.


Credits/Facebook 

Il futuro di Jenny ora sarà migliore, ma non potrà mai davvero riavere indietro completamente ciò che ha perduto. Rammentiamolo sempre, quando ci viene la tentazione di strappare un animale selvaggio dalla vita che più gli si addice.