Le fedi nuziali rappresentano per gli sposi un simbolo che suggella la loro unione e scambiandosele promettono di fronte a Dio e di fronte agli uomini, di amarsi e rispettarsi per tutta la vita.

Essere costretti a separarsene per racimolare quale spicciolo, è un gesto estremo di disperazione e difficilmente lo si compie se non ci si trova davvero in serie difficoltà economiche.

Ciò che fa riflettere è che non è necessario andare troppo lontano, poichè queste realtà purtroppo sono tanto più vicine a noi di quanto riusciamo a vedere.

I protagonisti di questa storia sono nostri connazionali, lui un 48 enne di Rovigo, disoccupato da 4 anni e sua moglie che per sbarcare il lunario si presta saltuariamente come donna di pulizie nel tentativo di riuscire ad assicurare il necessario ai loro due figli.

L’uomo confidando al parroco le sue difficoltà e raccontandogli il suo gesto, non si aspettava che costui desse vita ad una colletta attraverso FB col quale invitava i suoi parrocchiani a partecipare a quella che poi si è trasformata in una vera e propria gara di solidarietà che ha coinvolto anche alcuni terremotati dell’abbruzzo.

Con i soldi raccolti la coppia ha potuto di nuovo suggellare la loro unione indossando le fedi nuziali, come promesso dal parroco che ringrazia tutti coloro che hanno contrubuito affinchè ciò avvenisse.

Non possiamo non sentirci orgogliosi di essere italiani quando leggiamo queste storie. Storie che invitano a non perdere mai la speranza anche nei periodi più difficili da affrontare. C’è sempre qualcuno dal cuore grande che ci tende la mano.

Loading...