Questa storia viene da lontano, dal Brasile, ma ci è sembrato bello condividerla con tutti perché purtroppo parla di qualcosa che riguarda anche molte mamme e papà italiani.

Immagina di avere una bambina , una deliziosa piccola principessa di quattro anni a cui un giorno viene diagnosticato un male terribile chiamato “ neuroblastoma ”. Si tratta di un cancro molto diffuso nei bambini, che può colpire il sistema neurologico in qualunque parte del corpo. Come fareste a dire alla vostra piccolina non tanto della malattia, che non è in grado di capire, ma che per curarsi dovrà perdere tutti i capelli?

Questo è l’effetto collaterale più terribile della chemioterapia , almeno per le donne, di qualunque età. Figurarsi poi per una bambina.

Luciano e Paula de Castro , che vivono nella cittadina brasiliana di Curitiba, si sono trovati in questa angosciosa situazione. La loro piccola Luisa si è ammalata ed è stata ricoverata presso l’Ospedale “Pequeno Principe” (Piccolo Principe), Aveva solo quattro anni.

Fonte: vivamarilia.com.br share

Luciano non poteva credere che una cosa tanto brutta accadesse alla sua piccolina, e poi vide tutti gli altri bambini che erano ricoverati con lei. Forse, chissà, fu il nome dell’ospedale a dargli l’ispirazione. Il Piccolo Principe è il protagonista di un romanzo, un essere stravagante venuto da un altro mondo che con la sua fervida immaginazione infantile riesce a cambiare la realtà intorno a sè.

Non poteva Luciano fare lo stesso per Luisa? Non poteva regalarle una chiave di lettura meno drammatica di quello che le stava accadendo?

Così si è messo al computer e ha iniziato a scrivere: è nata una favoletta di dieci pagine la cui protagonista è la “Fatina di Capelli” . La fatina, per preparare una pozione magica che ha il potere di aiutare chi si trova in difficoltà, chiede ai bambini più buoni in prestito i loro capelli. Li usa per fare il suo incantesimo e portare felicità. Quei capelli vengono donati per una giusta causa!

Loading...
Fonte: bemmaismulher.com share

Luciano ha dimostrato di avere un grande cuore perchè non ha voluto che di quella consolazione potesse godere solo sua figlia, ma ha chiesto che tutti i bimbi dell’ospedale potessero averne una copia. Oggi in Brasile chi vuole distribuire gratuitamente questa favola nelle sue strutture ospedaliere può farne richiesta. 

Luciano ha dimostrato un grande coraggio: ci fa capire che c’è sempre qualcosa che un padre può fare. No, non può guarire sua figlia: non è un mago, e la malattia farà il suo corso. Ma più importante di questo è la qualità della vita, e lui ha regalato a sua figlia un sogno incantevole che non le farà perdere, vada come vada, la spensieratezza dell’infanzia.

Fonte: fronteiraonline.com.br share

E speriamo che la Fata dei Capelli aiuti tutti i bambini malati, che renda loro i capelli presi in prestito, che li faccia guarire e tornare a casa a giocare. Vola, fatina!

Se ti è piaciuta questa emozionante storia, condividila con i tuoi amici!