Bobbi e Kenny McCaughey avevano già una bimba stupenda, Mikalya, ma desideravano altri bimbi.

Bobbi ha dovuto prendere dei medicinali per via di un disturbo ormonale.

Nel 1997 le cose per la famigliola cambiano di grosso con un arrivo inaspettato

Facebook/PaGozarConAfro share

I medicinali avevano funzionato sin troppo bene, Bobbi era incinta non di uno, bensì di sette bambini

La gravidanza era molto a rischio, ma per Bobbi l’aborto non era un’opzione quindi ha deciso di portarla avanti, sperando di riuscire ad avere tutti e sette i suoi bambini.

Dalla nona settimana Bobbi si è messa a letto: muoversi era troppo rischioso. Un mese prima del parto è stata ricoverata in ospedale.

Facebook/PaGozarConAfro  

share

Nonostante il grande rischio cinque dei sette bambini sono nati in salute, mentre due hanno avuto bisogno di cure nei loro primi giorni di vita.

Passare da una famiglia di tre persone ad una di dieci è una gran bella sfida

Grazie ai media, che hanno dato risonanza al parto estremamente raro, la famiglia ha potuto ricevere aiuto da parte della città,  donatori privati e volontari

Senza quell’aiuto sarebbe stato molto difficile nutrire, cambiare e mettere a letto sette piccole vite. La famiglia ha utilizzato circa 150–170 pannolini a settimana ed aveva otto persone fisse ad aiutarle giorno e notte. 

Facebook/PaGozarConAfro 
share

Oggi sono passati vent’anni da quella incredibile nascita, la casa di mamma e papà è molto più silenziosa, i bambini sono ormai giovani adulti che hanno preso strade diverse: chi studia musica, chi vuole diventare insegnante

Immaginate di crescere una famiglia così grande, potrebbe esserci mai un momento triste in casa?

Facebook/PaGozarConAfro  share

Condividi questa storia con i tuoi amici se leggerla ti ha fatto bene