Sapere di avere solo sei mesi di vita, getterebbe nella disperazione chiunque. Ma quando alla signora Kathleen è stato diagnosticato un cancro al pancreas all'ultimo stadio , lei ha invece scelto di combattere e anche se sapeva che non avrebbe mai potuto avere la meglio sulla malattia, si è comunque ripromessa d'impedire al tumore di rubarle anche quell'ultimo pezzetto di esistenza. «Quando sai di essere un malato terminale, ti godi ogni singolo giorno che ti resta», confessa la donna in un video sul sito BuzzFeed, che è diventato una sorta di "testamento al mondo", nel quale Kathleen regala 9 lezioni di vita su come imparare ad apprezzare ogni singolo momento, perché basta un attimo per perdere tutto.

1 - Allontanare la negatività dalla propria vita

«Una cosa che ho imparato è che quando sei in una condizione come la mia non puoi permetterti di avere attorno a te delle persone negative o, come le chiamo io, "degli assassini della felicità", che ti tolgono quotidianamente la gioia di vivere».

2 - Circondarsi di persone che mettono di buonumore

«Essere positivi è la chiave di tutto, quindi è importantissimo circondarsi di quante più persone possibili che abbiano un'energia positiva».

Loading...

3 - Apprezzare i gesti inattesi

«Nella vita succedono spesso delle cose belle e inaspettate e molte di queste hanno a che fare con le buone azioni che ci arrivano da persone estranee o che possiamo fare noi a loro».

4 - Cercare la gioia in ogni momento

«Molti di noi sono talmente impegnati con le cose di tutti i giorni da perdersi i bei momenti della vita, perché non riescono a catturarli e ad apprezzarli fino in fondo. Sapere di avere un cancro terminale ti porta invece a goderti ogni più piccola cosa».

5 - Assaporare ogni istante 

«Bisogna essere grati dei bei momenti che si vivono e ricordarli, così che ci incoraggino ad affrontare ogni giorno con gioia». 

6 - Fare le scelte giuste

«È necessario scegliere bene le persone che ci circondano, con chi passare il nostro tempo o quali attività svolgere. Quando non si sta bene, sarebbe molto più semplice restare a letto senza fare altro che guardare la tv. Io, invece, ho scelto di dipingere e di suonare il pianoforte».  

7 - Decidere di non essere una vittima

«Quando vado a fare la chemioterapia per cinque o sei ore, non esco in pigiama e mi siedo sulla poltrona come una vittima, ma porto con me i miei acquarelli e i miei ricami, così mi tengo completamente occupata per tutto il tempo della chemio».  

8 - Aiutare le altre persone

«È necessario circondarsi di persone positive e vivere la vita con entusiasmo e divertendosi, aiutando le persone che ci sono vicine».

9 - Vivere il presente come si vorrà essere poi ricordati nel futuro

«Voglio essere ricordata come una persona buona e con dei valori, che ha cercato di portare gioia nella vita degli altri e sapeva godersi i momenti belli,che ha amato appassionatamente suo marito, i suoi figli e i suoi nipoti e che non si è mai comportata come una vittima ma sempre come una guerriera, perché non aveva paura di nulla»