A breve, molti studenti si troveranno ad affrontare la difficile prova degli esami finali. Dai più grandi ai più piccoli, sono giorni difficili, di tensione e insicurezze, e mai come in questa circostanza hanno bisogno di sostegno e comprensione. Genitori ed insegnanti sono chiamati a dimostrare la massima disponibilità all'ascolto, finalizzato non solo alla didattica, ma soprattutto a stemperare l'ansia e la paura di insuccesso.

Soprattutto nella scuola primaria, è indispensabile la presenza di un insegnante che sappia stare vicino ai propri alunni e che sia in grado di capire le potenzialità e le capacità di ognuno, senza alcun pregiudizio, incoraggiando in loro il senso di autostima e di fiducia in se stessi.

Salvo casi particolari, fortunatamente la maggior parte degli insegnanti svolgono il loro lavoro con professionalità, competenza, e dedizione. Sono attenti non solo all'istruzione ma anche ad aspetti che riguardano l'emotività e la sensibilità dei bambini e il loro vissuto individuale.

Come questa maestra di quinta elementare, di nome Chandni Langford, che ha accolto i suoi alunni il giorno dell'esame con una sorpresa davvero commovente, oltre che inaspettata.


Ci troviamo in New Jersey, dove gli esami sono particolarmente complicati, in quanto i piccoli studenti devono affrontare dei test ad altro stress, che prendono il nome di PARCC condivisi solo in alcuni altri stati.

Questa insegnante, consapevole della pressione emotiva a cui vengono sottoposti i bambini, ha trovato un modo davvero esemplare per rassicurare ogni alunno. Ha infatti scritto, sul banco di ognuno di loro, una frase personalizzata di incoraggiamento:


"Imparare è il tuo superpotere! Ricorda, mai smettere di provare e di far crescere la mente"


"Non dico che è facile, ma  ne vale la pena! Fai del tuo meglio!"


"Non esiste un ascensore per raggiungere il successo, ma puoi prendere le scale. Lo sai!"

Chiama ogni alunno con il proprio nome e aggiunge un cuore alla sua firma, a dimostrazione del suo affetto e di quanto tenga a loro.

Su un angolo del banco due dolcetti (donut holes) e una frase: "Non stressarti e dai il meglio di te!"

Sappiamo che agli esami, i banchi devono essere sgombri da ogni oggetto, così come non è possibile vi sia su di esso alcuna scritta. Per questo, prima dell'inizio del test, ogni frase è stata cancellata, ma sicuramente ogni messaggio  rimarrà impresso nel cuore e nella memoria di ogni bambino!