In molte famiglie capita di scambiarsi o regalarsi indumenti e accessori ormai stretti o che non indossiamo più, tra sorelle, genitori o cugini.

Ad Hum (@863_hum), un ragazzo giapponese è successa la stessa cosa. 

Egli ha infatti ricevuto da suo padre, un vecchio paio di pantaloni di lana che ormai all'anziano genitore non andavano più bene. 

Al momento di indossarli infila la mano in una tasca e al suo interno trova un pezzo di carta stropicciato, si sofferma per capire cosa fosse, e fa una commovente scoperta. 

Il pezzo di carta in realtà è uno scontrino risalente a molti anni indietro, precisamente alla vigilia di Natale del 1988.

Questi i dettagli dell'acquisto:

Data: 24.12.1988

Articolo: peluche

Totale: 4.500 yen


Hum aveva appena 2 anni, e suo padre per il suo secondo Natale aveva acquistato per lui un peluche proprio il giorno della vigilia. Era troppo piccolo per conservarne il ricordo, ma quello scontrino è stato come trovare un nuovo regalo sotto l'albero. 

Una storia commovente che mette in risalto l'importanza delle piccole cose, spesso dimenticate e che negli anni acquistano un valore incommensurabile.

Ricordi legati alla nostra infanzia, alla gioia di vivere assieme alla propria famiglia momenti legati alle tradizioni, che al giorno d'oggi stanno man man scomparendo.