Una storia commovente ma che urla al mondo intero un grande messaggio d'amore: ' mai perdere la speranza '

Molti sono stati i momenti di disperazione di questa donna, la signora Debby Enaltan, e la sua famiglia tuttavia non si è lasciata sopraffare dal dolore e con grande coraggio ha affrontato la malattia di suo figlio Rotem, costretto su una sedia a rotelle. Il piccolo, nato con una paralisi cerebrale, dopo esser venuto alla luce ha pianto per un anno intero fin quando, a seguito di un consulto medico l'infausta diagnosi: Rotem non avrebbe mai camminato!

Ma la donna non si è arresa, ogni giorno con pazienza e amore, provava a mettere in piedi suo figlio nella speranza che riuscisse a camminare. Provava nuove tecniche, si informava, osservava le reazioni del piccolo nel tentativo di trovare una soluzione che lo liberasse da quello stato di immobilità. Desiderava che potesse un giorno condurre una vita normale, giocare con altri bambini, correre, andare al mare.

Fin quando, ha capito che doveva fare qualcosa di più concreto ed efficace. Allora ha ideato un sofisticato dispositivo, che ha chiamato La Upsee, dotato di tre parti distinte: una cintura che va allacciata alla vita della mamma (o del papà), una specie di imbracatura che il bambino indossa, e due paia di 'scarpe'per muovere insieme i primi passi.


Photo credit: Upsee / Firefly

Questa invenzione ha cambiato totalmente la sua vita e quella di suo figlio, oltre che quella di tanti altri bambini, che finalmente possono sperare assieme alla propria famiglia, in un futuro migliore.

La signora Debby, che vive in Irlanda del nord, dichiara commossa:

"È meraviglioso quello che sta accadendo. Vedere quanto, una mia idea, nata dalla disperazione, possa essere d'aiuto a molti bambini"


Photo credit: Upsee / Firefly

Questo geniale dispositivo è stato materialmente realizzato da una società irlandese, la Leckey, specializzata nella produzione di ausili per bambini disabili.

(È venduto su un sito di vendita on-line , Firefly) 

Photo credit: Upsee / Firefly

Indossando questa imbracatura, che consente loro di avere le mani libere, possono socializzare, giocare e sorridere.