Abusati per anni e costretti in piccole stalle, questi cavalli sono stati salvati dalla bontà di una donna straordinaria di nome Jennifer Kunz e messi in libertà in un'oasi di strepitosa bellezza, dove questi hanno finalmente ritrovato la voglia di correre e di vivere. Ora hanno finalmente un nome, uno diverso dall'altro e vengono curati e rispettati dalla loro salvatrice e da tutti i suoi collaboratori. Questi splendidi esemplari venivano utilizzati da un'industria farmaceutica per la produzione di un farmaco a base di ormoni di provenienza equina per il trattamento dei sintomi della menopausa. Le femmine venivano costrette a continue gravidanze affinché potessero essere raccolte le loro urine contenenti alti livelli di questo ormone e una volta giunte al termine della loro fase riproduttiva venivano destinate al macello per la vendita di carni destinate al consumo umano o usate per la produzione di cibi per cani. Il momento in cui finalmente vengono liberati è a dir poco emozionante.

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato