Il talento è quel qualcosa che ci rende speciali agli occhi degli altri.

'Got Talent', forse il più enorme ‘circolo coperto’ televisivo del mondo è in continua ricerca di nuovi talenti e in ognuno dei Paesi in cui viene trasmesso, ha sicuramente emozionato il suo pubblico con l’aver lanciato cantanti e ballerini strepitosi, maghi al limite dell’inverosimile, comici, bambini prodigio, fachiri e quant’altro ipoteticamente immaginabile.

Kseniya Simonova, si presenta a 'Ukraine's Got Talent', sfoggiando una bellezza disarmante, fuori e dentro di sè. Possiamo definirla come una pittrice 'speciale’, poiché l’accostamento del verbo ‘disegnare’ rispetto a quello che riesce a fare, sarebbe un troppo limitativo: commozione, romanticismo, leggiadria e musicalità allo stato puro.

Sabbia e dita, unici ingredienti materiali del suo folle talento: la 'Sand Art'.

Non ha bisogno di matite, pennelli, tavolozze e colori per esprimere qualcosa di immenso con una semplicità assolutamente imbarazzante; crea un cortometraggio con immagini che si susseguono come il fruscio del vento, che poi diventa tempesta nel raffigurare la drammatica e allo stesso tempo epica storia di una giovane donna, in pensiero per il suo amato, un soldato in guerra. 

Il feedback dei tre giudici si lascierà attendere, in quanto le loro bocche, rimaste aperte alla vista di cotanto splendore, faranno fatica ad articolare linguaggio, per poi alzarsi in piedi con il pubblico e donare la meritata 'standing ovation' alla giovane artista, che poi vincerà il talent show più blasonato d'Ucraina.

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato