Il biscotto in questione, lo vediamo anche noi, è uno di quelli da far gola a tutti: un cookie al cioccolato con ripieno cremoso.
Il cagnolino del video se ne è letteralmente invaghito .
Ma sappiamo bene che non è opportuno dare dolciumi ai cani:  fanno malissimo alla loro salute.
E allora ecco che quando egli si avvicina al tavolino dove è poggiato, il padrone gli dà l'altolà : "No...", lui capisce al volo, ed educatamente inizia ad 'implorare', mettendosi in piedi e agitando le zampine unite, a mo' di preghiera .
Ma il padrone continua a negare giustamente tale cibaria al golosetto, d'altronde egli - come tanti altri cani - ha a  sempre disposizione il suo 'costosissimo' cibo per cani nella ciotola in cucina: potrebbe chiedere quello e gli verrebbe certamente concesso, ma a volte lo ignora e si invaghisce di ciò che è adatto solo agli umani.
Per alcuni potrebbe sembrare un po' crudele vederlo così disperato e non accontentato, ma c'è una morale positiva anche in questo: non bisogna invaghirsi di ciò che non si può avere , quel biscotto gli farebbe solo del male, bisogna sapersi accontentare ed e ssere felici con ciò che si ha, che è molto e non va dimenticato.  

Altra nota positiva, l'educazione estrema con il quale il cane ha imparato a 'chiedere' e farsi capire, comunicando in maniera quasi umana , a un certo punto del video infatti si sente il proprietario chiedere: "Does that means you want the cookie?" (Cosa significherebbe questo? Che vuoi quel biscotto?) e lui subito dopo lo guarda e - sia dalle movenze non verbali, che dal tono del guaito emesso - sembra rispondergli in tono affermativo: "Eh! (certo!)"

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato